Ecco una formula per stabilire il prezzo futuro di una casa

Prima di acquistare casa è bene valutare anche il suo potenziale valore futuro, ecco come calcolarlo

Quando si compra una casa si fa un investimento. Che sia la prima abitazione o una maniera per utilizzare dei risparmi, il momento del rogito deve essere affrontato con consapevolezza, avendo ben chiaro cosa si sta acquistando.

Sono diverse le domande che ci si pone al momento dell’acquisto. Starò facendo la scelta giusta? Sarà un investimento? 

Ecco, proprio in merito a quest’ultima domanda, esiste una formula matematica che ci può dare la risposta fornendoci  l’ipotetico valore futuro dell’immobile che desideriamo acquistare.

Come calcolare il potenziale apprezzamento di un immobile?

Crescita futura= (1 + tasso annuo di apprezzamento espresso in decimali) anni (potenza). Il risultato di questa operazione sarà la crescita futura, che dovrà essere moltiplicata per il valore corrente dell’abitazione. La cifra che otterremo sarà il valore futuro.

Ma come si stabilisce il valore attuale di mercato di un immobile? Farlo non è semplice, perché bisogna prendere in considerazione diversi fattori, dalla posizione in cui si trova l’abitazione, al contesto, fino alle condizioni in cui versa. Ma non solo. Fra i parametri principali di valutazione di una casa c’è appunto il contesto, se si tratta di una casa indipendente o di un condominio, ma anche le condizioni degli impianti, dove affaccia e se ha vicino servizi utili al cittadino come negozi, scuole o impianti sportivi. Altri criteri di giudizio di cui bisogna tenere conto, per la valutazione attuale di un immobile, sono la posizione, lo stato in cui versa, ma anche la metratura.

Questi sono gli elementi chiave per verificare il valore di un’abitazione. Quindi, quando si è compreso a quanto ammonterà un’eventuale spesa per l’acquisto, si potrà poi valutare anche il potenziale apprezzamento futuro grazie alla formula matematica.

Intanto ci sono novità importanti sul fronte casa, infatti a partire dal 22 aprile per alcuni lavori di miglioria delle abitazioni non sarà più necessario affrontare una trafila burocratica, ma sarà operativo il Glossario dell’edilizia libera. Non bisognerà quindi interpellare il comune di residenza per avvisare dell’intenzione di modificare impianti, mettere pannelli solari oppure tende e fioriere. Il Glossario è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e riporta 58 opere differenti. Il testo si può scaricare dal sito del Ministero delle Infrastrutture oppure dal portale Italia Semplice.

Ecco una formula per stabilire il prezzo futuro di una casa