Bonus facciate sarà cumulabile con le altre misure di risparmio energetico

Lo chiarisce il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini: la misura non va in conflitto con le altre su risparmio energetico e ristrutturazioni, perché sono cumulabili

Il bonus facciate riguarderà tutti gli edifici privati, dalla villetta al condominio. E la misura non va in conflitto con le altre su risparmio energetico e ristrutturazioni, perché sono cumulabili. A spiegarlo in un’intervista a Il Sole 24 Ore è il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, che dice di aver cercato di attuare l’idea avuta tre anni fa da Innocenza Cipolletta “durante i Governi Renzi e Gentiloni, ma non ci sono riuscito. Così l’ho riproposta adesso”.

Bonus facciate sarà cumulabile con altre misure di risparmio energetico

Per esempio, si potrà tinteggiare la facciata e allo stesso tempo eseguire interventi che rientrano nell’ecobonus e usufruire di entrambe le detrazioni: quella per le facciate al 90% – senza limiti di spesa e prevista solo per il 2020 – e quella sull’efficientamento energetico al 65%, che già esiste e con la manovra è stata prorogata insieme all’agevolazione sulle ristrutturazioni.

Cos’è il bonus facciate e cosa comprende

Il bonus facciate è la detrazione del 90% per chi effettua lavori di rifacimento della parte esterna di un edificio. Vale per le spese documentate, sostenute nel 2020, relative agli interventi di recupero o restauro della facciata, compresi quelli di manutenzione ordinaria.

Due sono gli aspetti fondamentali del bonus facciate: il primo è che la detrazione vale senza alcun limite di spesa, il secondo è che si accede allo sconto fiscale anche in caso di lavori di manutenzione ordinaria. Vale a dire che basta semplicemente tinteggiare le pareti esterne di un edificio per avere diritto alla detrazione.

Sulla carta, il bonus facciate comprende intonacatura, verniciatura, rifacimento di ringhiere, decorazioni, marmi di facciata, balconi, ma anche impianti di illuminazione, pluviali, cavi che portano il segnale televisivo.

Limite al 2020 del bonus facciate

Sul limite del bonus al 2020, Franceschini spiega che “l’intenzione è di dare un impulso immediato all’economia. Poi vedremo come il bonus funzionerà e quanto costerà. Bisognerà capire quanti ne usufruiranno. La copertura è, infatti, calcolata su una determinata percentuale di edifici. Ritengo sarà un successo e l’impulso alle entrate Iva, Irpef e al Pil sarà forte. Si prendono i classici due piccioni con una fava: le città saranno più belle e si darà uno scossone all’economia”.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus facciate sarà cumulabile con le altre misure di risparmio ...