Assicurazione sulla casa: come funziona e quale scegliere

Che cos'è l'assicurazione per la casa e quali sono gli elementi da considerare per scegliere quella più idonea alle proprie esigenze?

Quando si parla di assicurazione ci si riferisce a un contratto che il soggetto assicurato firma, in cambio di una garanzia.

Quest’ultima torna utile nel caso in cui si verifichi un evento che comporta un danno al soggetto assicurato o a un oggetto di sua proprietà. Esistono due categorie di assicurazione: quella contro i danni e quella sulla vita. Qual è l’obiettivo di un’assicurazione? Garantire che il concretizzarsi del rischio di un possibile danno, si trasformi in spesa. In questo modo viene quantificato il danno patrimoniale.

Tra le assicurazioni più note c’è quella per l’auto, ma altrettanto importante è quella sugli immobili, ovvero sulla casa. Sono numerose le compagnie assicurative che forniscono questo tipo di servizio ai propri clienti e oltre alle garanzie standard, ci sono anche quelle che possono essere personalizzate in base alle esigenze di chi ne fa richiesta.

Con la polizza sulla casa si riduce o si elimina il rischio di dover pagare cifre a tanti zero, nel caso di incidenti nella propria abitazione. Tra i danni possibili rientrano:

  • le calamità naturali;
  • i guasti all’impianto elettrico o a quello idrico;
  • i furti.

Come funziona l’assicurazione sulla casa? Dopo essersi rivolti a una compagnia assicurativa e aver scelto la tipologia che fa al proprio caso, sarà necessario pagare un premio che varia sulla base di alcuni fattori riguardanti l’abitazione come:

  • il suo valore;
  • le sue caratteristiche;
  • dove è ubicata.

Una volta fissato il premio e firmato il contratto, l’assicurazione garantisce la copertura finanziaria, in caso di eventi accidentali che coinvolgono la casa. Tra i danni coperti dalla compagnia assicurativa ci sono:

  • furti di oggetti;
  • rapine;
  • atti vandalici commessi dai ladri;
  • eventi atmosferici;
  • danni causati da un corto circuito elettrico;
  • incendio dell’abitazione e di ciò che si trova all’interno;
  • spese legali affrontate per controversie civili legate all’immobile;
  • Rc nei confronti di terzi.

Come scegliere un’assicurazione per la casa? Per prima cosa è bene considerare le proprie esigenze e i rischi ai quali si è esposti. Ad esempio, un fattore di valutazione può essere il luogo in cui si trova l’immobile, ovvero se in un quartiere periferico o in un condominio controllato da un portiere tutto il giorno. Oppure, un altro elemento valutativo, può essere lo stato in cui versano gli impianti elettrici e idraulici: più sono vecchi e non vengono sottoposti a controlli periodici, maggiori sono i rischi legati all’insorgere di guasti, anche gravi.

Tuttavia, non bisogna dimenticare di verificare che la propria abitazione sia sicura anche per i vicini: ad esempio, la rottura di un tubo dell’acqua può provoca delle infiltrazioni al tetto del vicino.

Assicurazione sulla casa: come funziona e quale scegliere