Zuckerberg para le critiche: “Ecco dove andranno i 45 miliardi in beneficenza”

Il fondatore di Facebook risponde a chi dubita del suo gesto

Ha destato sorpresa, empatia e diverse polemiche la dichiarazione di Mark Zuckerberg l’indomani della nascita della figlia Max, allorchè il fondatore e Ceo di Facebook ha annunciato di voler destinare il 99% degli utili, circa 45 miliardi di dollari, in beneficienza. In realtà, come è emerso, la destinazione dei soldi è una società, chiamata Chan Zuckerberg LLC, che ha poi facoltà di individuare progetti di beneficenza da sostenere come anche di tenere ‘congelati’ i soldi, o di destinarli ad altri investimenti utili per la società.

Di qui le critiche a Zuckerberg, accusato di aver approfittato del ‘palcoscenico’ della nascita della figlia per un annuncio che, secondo i detrattori, somigliava molto più ad una forma di pubblicità che non un autentico atto di generosità, vista l’incerta destinazione della somma in questione.

In seguito alle polemiche, dunque, Zuckerberg ha voluto chiarire la vicenda intervenendo di nuovo in prima persona.
“Io e mia moglie Priscilla ci siamo dapprima focalizzati su investimenti dedicati a educazione, scienza, salute, diffusione di internet. Siamo impegnati in queste aree da quattro o cinque anni, ed è possibile per chiunque consultare il resoconto dei nostri investimenti sulla pagina Facebook di Chan Zuckerberg”. Critiche respinte al mittente anche sulla ventilata possibilità, con lo “spostamento” di tale somma alla Chan Zuckerberg, di eludere in realtà le tasse: “La Chan Zuckerberg è una LLC, e non una classica fondazione, dunque anche i suoi utili sono assolutamente tassati”.

“Il nostro obiettivo – prosegue Zuckerberg – è quello di continuare a finanziare organizzazioni no profit soprattutto in aree disagiate, ed ogni eventuale “utile” sarà reinvestito nella missione, comprese entità come per esempio il San Francisco General Hospital”.

Leggi anche:
Lo Zuckerberg italiano fa incontrare aziende e lavoratori. “Sarà milionario”
Vuoi lavorare per Facebook? preparati a questo

Zuckerberg para le critiche: “Ecco dove andranno i 45 miliardi i...