Da oggi a Natale le donne lavorano gratis. Il gap delle retribuzioni

Il gap fra le retribuzioni dei due sessi è ancora considerevole. Tanto da creare questo paradosso

Come se non bastassero le vessazioni, le mancate assunzioni, le carriere bloccate o le minacce sulla gravidanza, il lavoro femminile paga dazio anche in termini di retribuzione rispetto a quello maschile. Da oggi fino alla fine dell’anno, ossia per 59 giorni lavorativi, il genere femminile in Europa lavorerà praticamente gratis rispetto agli uomini. A dirlo è uno studio della Ue per celebrare (amaramente) “l’Equal Pay Day”, il giorno dell’eguaglianza dei salari.

LO STUDIO – Il “gender pay gap” viene calcolato non soltanto in denaro, ma anche in termini di tempo (giorni e ore). E gli stipendi delle donne risultano così tanto inferiori rispetto a quelli dei maschi che, a parità di incarichi e ruoli, è come se da oggi le lavoratrici smettessero di essere pagate, mentre i colleghi uomini continueranno ad avere in tasca lo stipendio. Nella media europea si calcola un 16,3% di differenza fra i guadagni maschili e quelli femminili. Perché tradotti in “tempo” (cioè vita, carriera, affetti, figli, famiglia) fanno esattamente 59 giorni gratis

DATI CONTRASTANTI SULL’ITALIA – Per quanto riguarda l’Italia il “gender pay gap”, sorprendentemente, risulta più basso rispetto al resto d’Europa, con retribuzioni femminili inferiori ‘solo’ del 7,3% rispetto a quelle maschili. Tuttavia si tratta di un dato incompleto e fuorviante: come hanno rilevato diversi osservatori (Istat, Isfol, Banca d’Italia), la statistica non tiene infatti conto della bassa occupazione femminile del nostro paese, cioè al di sotto del 50%, in particolare al Sud, dove una donna su due non lavora. Aggregando il dato, la differenza fra uomini e donne salirebbe addirittura al 20%. Dove tutto questo significa, anche, donne ricattate, dimissioni in bianco, giovani licenziate perché incinte.

Leggi anche:
Pensione anticipata per madri lavoratrici. Requisiti
Bonus Inps Giovani Genitori da 5000 Euro, chi ne ha diritto?
Rivoluzione lavoro: la Svezia introduce la giornata da 6 ore
Scommesse sulla produttività: meno ore di lavoro a pari stipendio
Svolta green: soldi a chi va a lavorare in bicicletta
Malattia, visite fiscali, reperibilità: tutte le novità
Bonus familiari e agevolazioni: quali rimarranno nel 2016

Da oggi a Natale le donne lavorano gratis. Il gap delle retribuzioni
Da oggi a Natale le donne lavorano gratis. Il gap delle retribuzi...