Ora Legale 2016: lancette avanti

Il 27 marzo 2016 torna l'ora legale: lancette avanti di un'ora a Pasqua

Quest’anno l’ora legale arriva insieme alla Pasqua. Nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo 2016 le lancette del nostro orologio andranno spostate avanti di sessanta minuti. Come ogni anno dormiremo quindi un’ora in meno. Questa volta, però, le festività pasquali dovrebbero rendere più sopportabile il cambio orario. Tra Pasqua e Pasquetta i più dormiglioni avranno infatti tutto il tempo per recuperare la perdita dell’ora di sonno.

Chi stabilisce la data del cambio dell’ora? Il protocollo per il passaggio all’ora legale è stabilito dall’Unione Europea. Per i fusi orari WET, CET e EET, il cambio dell’ora (da solare a legale e viceversa) è fissato per l’ultima domenica di marzo e per l’ultima domenica di ottobre, allo scoccare delle 2:00 per il fuso CET, in cui rientra l’Italia.

Benjamin Franklin parlò per la prima volta di ora legale nel 1784, ma la sua introduzione risale soltanto al 1916, durante la Prima Guerra mondiale. Obiettivo dell’adozione dell’ora legale è il risparmio energetico: è stato calcolato che, solo in Italia, un’ora di luce in più per sette mesi consente di risparmiare fino a 100 milioni di euro.

Se un minore utilizzo dell’illuminazione elettrica ha un indiscutibile vantaggio economico, diversi studi hanno dimostrato come il passaggio all’ora legale possa avere degli effetti collaterali per alcuni individui. Si tratta di un’alterazione nei ritmi veglia-sonno simile a quella riscontrata nelle persone che viaggiano tra Paesi con fusi orari diversi (jet-lag).

Come combattere i disturbi legati al cambio dell’ora ed evitare lo stress dovuto alla mancanza di sonno? Secondo gli esperti è fondamentale consumare a cena pasti leggeri ed equilibrati. Inoltre è importante cercare di avere orari regolari: andare a letto presto e svegliarsi presto la mattina riducono infatti il rischio di insonnia.

Immagini: Depositphotos

Ora Legale 2016: lancette avanti
Ora Legale 2016: lancette avanti