In Guatemala c’è un paese dove le bici diventano macchinari

Le bici in Guatemala non si buttano, ma si riciclano e si trasformano in macchine da lavoro. La brilllante idea è nata di recente all'organizzazione non governativa Maya Pedal

Le bici in Guatemala si riciclano costantemente e cambiano in modo positivo il volto del Paese. L’organizzazione non governativa Maya Pedal, nata nell’anno 2001 a San Andrés Itzapa, ha deciso di dare vita ad una iniziativa concreta: utilizzare biciclette vecchie per incrementare a costo zero la propria economia. E così i veicoli a due ruote sono divenuti in pochissimo tempo intelligenti e funzionali macchine da lavoro. Si chiamano Bicimaquinas e la notizia sta facendo il giro del web.

Basta andare infatti su Instagram e digitare l’hashtag #Bicimaquinas per scoprire l’importanza di questa trovata. Di che cosa si tratta nello specifico? Le bici in Guatemala vengono utilizzate come macchine a pedali che possono servire a molteplici impieghi: dalla macinazione dei chicchi di caffè ad estrarre l’acqua dai pozzi, dallo sgusciare frutta secca a tritare e frullare gli alimenti. Un’altra caratteristica molto interessante è che per farle funzionare non occorre corrente elettrica o carburanti. Basta infatti solo pedalare ed il lavoro è fatto. I vantaggi di queste bike vecchie sono davvero notevoli.

Innanzitutto i macchinari prodotti non costano assolutamente nulla. La caratteristica principale è che le Bicimaquinas sono ecosostenibili e quindi rispettano l’ambiente circostante senza inquinarlo in alcun modo. Grazie a questa bella invenzione basata sul riciclo creativo, sono state create anche smerigliatrici e macchine per piastrelle. Tra le curiosità: le bici in Guatemala sono divenute anche strumenti adatti ad unire ingredienti naturali per la preparazione di shampoo, saponi e cosmetici naturali.

Chi utilizza le bici riciclate in Guatemala? Soprattutto le attività agricole ed artigianali locali, a cui viene data la possibilità di lavorare ed anche risparmiare. Queste biciclette sono state donate da alcuni paesi: fra questi figurano gli Stati Uniti ed il Canada. Tutte passano per un processo di selezione: alcune ancora in buono stato vengono vendute dopo le dovute riparazioni; le altre vengono smontate pezzo per pezzo per diventare Bicimaquinas. I benefici di chi adopera queste macchine a pedali sono davvero numerosi: non solo si fanno meno sforzi, ma sembra che anche gli infortuni sul lavoro siano diminuiti notevolmente.

In Guatemala c’è un paese dove le bici diventano macchinar...