Extra bonus per i lavoratori: Acqua dell’Elba regala mille euro a tutti i suoi dipendenti

Tra le diverse aziende che hanno scelto di rafforzare gli aiuti ai propri dipendenti anche Acqua dell'Elba, che lancia un progetto di welfare aziendale di 100mila euro

Intesa Sanpaolo, Bper, Crédit Agricole, Acqua Sant’Anna, Ferragamo, Ticketone, Ferrovie dello Stato: sono solo alcune delle aziende che per questo Natale hanno riconosciuto aiuti extra in busta paga ai propri dipendenti. I cosiddetti fringe benefit in questi mesi sono stati ripetutamente allargati per legge con i vari decreti Aiuti – l’ultimo è il Quater, che li ha innalzati a 3mila euro (qui come funziona) – per offrire una boccata d’ossigeno ai lavoratori stretti nella morsa del caro-bollette e dell’inflazione galoppante, che sta erodendo pesantemente anche i risparmi degli italiani.

Acqua dell’Elba: piano extra di welfare aziendale da 100mila euro

Alla lista delle imprese virtuose ora si aggiunge anche Acqua dell’Elba, manifattura artigianale di profumi con sede sull’Isola d’Elba, che ha scelto di rafforzare ulteriormente il suo impegno verso i propri collaboratori con un progetto di welfare aziendale del valore di 100mila euro.

L’azienda ha deciso di riconoscere ai suoi 118 collaboratori buoni acquisto per spesa e altri generi, fino a un totale di 1.000 euro ciascuno.

Il successo di un’impresa familiare radicata sul territorio

Creata nel 2000 da Fabio e Chiara Murzi e Marco Turoni, con sede a Marciana Marina, sull’Isola d’Elba, Acqua dell’Elba oggi conta 7 linee di profumi e 13 fragranze per l’ambiente, cui si aggiungono prodotti per la persona, per la casa, tessuti e accessori, ed è presente sul mercato con 31 negozi monomarca tra Italia e l’estero e una rete di distribuzione che conta 1.000 profumerie clienti.

Quella di riconoscere un bonus speciale ai dipendenti è una decisione che Acqua dell’Elba ha potuto assumere grazie alla chiusura di un anno importante, con un fatturato in crescita stimato di circa il 6%, per un totale di circa 14 milioni, e che si aggiunge a tutte le altre iniziative portate avanti direttamente tramite la Fondazione Acqua dell’Elba, per promuovere il benessere della comunità e del territorio dell’Isola d’Elba. Un risultato notevole per un’impresa familiare che da 22 anni segna distintamente il Made in Italy, e il Made in Tuscany.

“Questa iniziativa rappresenta un contributo al benessere dei nostri collaboratori, che sono per noi una vera e propria famiglia”, sottolinea Fabio Murzi, Presidente di Acqua dell’Elba. “È per noi anche un piacere donare questa cifra in un momento storico in cui il costo della vita è aumentato in maniera così importante. Tutti i nostri collaboratori nutrono un forte amore per l’azienda. Il loro impegno, la loro passione e le loro competenze rappresentano la più grande risorsa di Acqua dell’Elba”.

L’impegno di Acqua dell’Elba è anche per la sostenibilità, con diversi progetti in campo, tra cui SEIF – Sea Essence International Festival, il primo festival dedicato alla tutela e alla promozione del mare e della sua essenza, “Elba 2035”, il progetto di ascolto e ingaggio del territorio volto ad avviare progettualità specifiche per rendere l’Isola d’Elba ancora più attrattiva e sostenibile entro il 2035, e da quest’anno Fondazione Acqua dell’Elba, che punta allo sviluppo dell’isola occupando si ambiente, istruzione, cultura, sanità e arte.

Contenuto offerto da Acqua dell’Elba