Dopo Victoria’s Secret, anche Starbucks sbarca in Italia. Stavolta per davvero

Dal 2016 sarà possibile ordinare un frappuccino nelle maggiori città italiane

Il corteggiamento è stato lungo e sofferto, ma finalmente il matrimonio tra l’Italia e la catena di caffè più famosa al mondo si farà. Il gruppo di Seattle, infatti, ha aperto una trattativa con il guru dei centri commerciali, quello stesso Antonio Percassi che è riuscito nell’impresa di portare in Italia la nota catena di lingerie Victoria’s Secret.

I primi Starbucks dovrebbero aprire nelle maggiori città già nel 2016, chiudendo così un cerchio aperto più di trent’anni fa. La nascita  della catena infatti è da far risalire al viaggio in Italia del suo fondatore, Howard Schultz. Proprio nella Milano dei primi anni ottanta, Schultz ebbe l’ispirazione di portare negli Stati Uniti la tradizione della caffetteria italiana.

Dopo Victoria’s Secret, anche Starbucks sbarca in Italia. Stavol...