Apre il primo Starbucks a Milano, ma è solo una bufala

E' da tanto tempo che le notizie si rincorrevano sull'approdo di Starbucks in Italia, nello specifico a Milano. False le voci che volevano l'inaugurazione il primo febbraio

Che cosa accade? Lo Starbucks, il primo caffè d’America tanto atteso nel nostro Bel Paese, in particolar modo dai milanesi, ancora non si vede. Ma quale è la causa? Tutto resta in sospeso e per ora senza neanche una risposta chiara. Sono davvero in tanti a domandarsi: ma Starbucks aprirà veramente in Italia? Oppure resterà solo una chimera? Ed intanto il mistero continua ad infittirsi intorno a questa vicenda tanto che cominciano a sorgere vere e proprie prese in giro. Come quella recente e “virale” che ha fatto gridare “al lupo al lupo”! Che cosa è avvenuto nello specifico? Sul Social Network Facebook è girato un finto “invito” di partecipazione all’evento di inaugurazione del primo Starbucks a Milano, con un preciso giorno (il 1° febbraio) ed un preciso orario (le 15). Molti sono caduti nella rete!

Se l’naugurazione fosse stata vera si sarebbe creato un entusiasmante bagno di folla fuori lo Starbucks italiano, dato che i partecipanti all’evento registrati sul Social Network di Facebook erano arrivati a circa 60.000. Purtroppo nulla di fatto: ci sarà, dunque, ancora da aspettare. La cosa ancora più strana è che la catena americana resta in silenzio e per adesso non annuncia nessuna apertura continuando ad essere, per noi italiani, ancora un fantasma. Come mai lo Starbucks ritarda la sua apertura visto che è largamente noto che il fondatore della catena americana Howard Schultz da tantissimi anni continua a dichiarare il suo immenso desiderio di approdare anche in Italia? Ricordiamo come la catena, nata a Seattle negli anni ‘80, ha dato vita nel tempo a ben 12.000 negozi in tutto il mondo. Sembrerebbe che quel famoso accordo tra Starbucks e Milano ancora non si sia realizzato a tutti gli effetti.

I motivi di questo rallentamento ancora non sono noti, del resto ricordiamo che già nel 2015 la trattativa si sarebbe dovuta concludere e poi purtroppo saltò. Sarà veramente il 2016 l’anno giusto perchè lo Sturbucks arrivi in Italia oppure dobbiamo rimandare tutto al 2017? Attesa dopo attesa, minuto dopo minuto, aumenta sempre più in tutti la voglia di assaggiare bevande orami note dal nome italiano come: il Frappuccino, il Caramel Mocha e l’ Espresso macchiato. Un forte desiderio che va a cancellare completamente voci sporadiche di chi è pronto invece ad affermare: “qui in Italia lo Starbucks non aprirà mai e gli italiani dovranno così solamente accontentarsi a degustare la copia del frappuccino che vien fatta da alcune caffetterie”. Ma poi, viene da chiedersi, siamo proprio sicuri che la catena americana avrà successo nel nostro Paese?

Immagini: Depositphotos

Apre il primo Starbucks a Milano, ma è solo una bufala