Tasse di successione: le novità e il calcolo per il 2017

Modificati gli obblighi di dichiarazione di successione

Con l’entrata in vigore del Decreto semplificazione cambiano gli obblighi di dichiarazione di successione. A partire dal fatto che non è più previsto l’obbligo di presentare la dichiarazione di successione quando il patrimonio del defunto non supera 100.000 euro e se nel patrimonio non sono compresi beni immobili e diritti immobiliari.

Novità che ha evidentemente agevolato tutte le successioni che riguardano patrimoni non particolarmente consistenti.

Tassa di successione: calcolo
Presentando la dichiarazione di successione, è l Agenzia delle Entrate a calcolare l’ammontare della tassa di successione da pagare. L’Agenzia valuta le franchigie da applicare agli eredi.

Tassa di successione: eredi e franchigie

  • Coniuge e figli possono usufruire di una franchigia di un milione di euro, ciò significa che fino a un milione di euro non pagano la tassa di successione. Se l’eredità supera questa soglia, si dovrà pagare la tassa relativa all’importo in eccesso con aliquota fissata è del 4%.
  • Per i fratelli e le sorelle, la franchigia è 100.000 euro. Nel caso l’eredità superi questa soglia, si dovrà pagare la tassa relativa all’importo in eccesso. L’aliquota in questo caso fissata è del 6%.
  • Per i parenti sino al 4° grado (zii, nipoti, cugini, suoceri e cognati) l’aliquota fissata è al 6%.
  • Ad altri soggetti si applica l’aliquota dell’8%.
  • Per gli eredi disabili la franchigia è di 1.500.000 euro.

L’imposta di successione viene calcolata sul valore totale dell’eredità del defunto.

Tassa di successione su beni immobili
Per quanto riguarda i beni immobili, vanno pagate le imposte catastali e ipotecarie, con e una normale compravendita. Le imposte vanno pagate prima di inoltrare la dichiarazione di successione.

Il valore catastale viene calcolato moltiplicando la rendita catastale rivalutata del 5%.

Per i terreni edificabili si moltiplica per 90 il reddito dominicale rivalutato del 25%.

L’imposta ipotecaria per tutti gli eredi è del 2%. Si può usufruire dell’agevolazione come prima casa, se gli eredi utilizzano l’immobile ad abitazione principale.

Tassa di successione: versamento dell’imposta
A partire dal primo Gennaio 2017 l’adempimento potrà avvenire solo ed esclusivamente con il modulo F24.

Leggi anche:
Eredità: successione o donazione, cosa conviene di più?
Denaro in eredità: come comportarsi con la successione
Divisione dell’eredità: ecco chi eredita e chi no
Quando le sanzioni tributarie colpiscono anche gli eredi
Conto corrente bancario: quali regole in caso di successione?
Successione: come sbloccare il conto corrente di un parente defunto

Fisco: arriva la tassa sui morti. Chi la pagherà e in che modo

 

 

Tasse di successione: le novità e il calcolo per il 2017
Tasse di successione: le novità e il calcolo per il 2017