Requisiti e agevolazioni fiscali (legge 104) per l’acquisto dell’auto

Vantaggi, benefici e requisiti della legge 104; vediamo insieme cosa bisogna fare per sfruttare queste agevolazioni durante l'acquisto di un'auto per un disabile

La legge 104/92, meglio conosciuta come la legge 104, prevede una serie di benefici per tutti i disabili, sia con handicap psichico che fisico. In particolare, la legge 104 può essere sfruttata per l’acquisto di un’automobile in quanto prevede sgravi fiscali, agevolazioni ed esenzioni di imposta. Con questa guida vedremo tutti i benefici della legge 104 e i requisiti necessari per ottenerli. Le agevolazioni previste dalla legge 104 in caso di acquisto di un’auto per un disabile sono: l’Iva agevolata al 4% anziché al 22%, la detrazione Irpef del 19% sulle spese sostenute fino ad un massimo di 20.000 euro, l’esenzione dal pagamento del bollo auto e l’esenzione dell’imposta di trascrizione per una nuova immatricolazione o per un passaggio di proprietà.

Per ottenere le agevolazioni, l’auto acquistata può essere intestata o al disabile che ne ha bisogno o ad un altro soggetto all’interno del nucleo familiare che ha il disabile a carico. I vantaggi della legge 104 possono essere utilizzati per l’acquisto di un mezzo con cilindrata non superiore a 2000 centimetri cubici, se si tratta di auto a benzina, e non superiore ai 2800 centimetri cubici, se si tratta di auto a diesel. La legge 104 può essere applicata sia sull’acquisto di autovetture nuove che usate; tuttavia, per ottenere i benefici stabiliti dalla legge, è necessario adattare l’auto alle necessità del disabile.

Tutti gli adattamenti effettuati devono essere trascritti sulla carta di circolazione del veicolo. Quali sono gli adattamenti per i disabili previsti dalla legge 104? Essi riguardano le modifiche ai comandi di guida, come ad esempio il volante, il cambio, le modifiche apportate sulla carrozzeria o quelle all’interno del veicolo, ad esempio per la sistemazione della carrozzina. L’Iva agevolata al 4% può essere applicata sia sul veicolo nuovo che usato adattato; inoltre, si può usufruire di questo vantaggio una volta ogni 4 anni, a patto di non si superi il volume di cilindrata.

Per quanto riguarda la detraibilità ai fini Irpef del 19% sulla spesa sostenuta per l’acquisto di un’auto, non esiste un massimo di cilindrata, ma il costo non può essere detraibile oltre i 20.000 euro. Invece, per ottenere l’esenzione del bollo permanente, è sufficiente presentare la documentazione dopo l’acquisto dell’auto. Infine, l’esenzione sull’imposta di trascrizione al PRA, pubblico registro automobilistico, può essere richiesta sia per l’immatricolazione di una nuova auto che per il passaggio di proprietà di un veicolo usato.

Requisiti e agevolazioni fiscali (legge 104) per l’acquisto dell’auto
Requisiti e agevolazioni fiscali (legge 104) per l’acquisto dell...