PagoPa: ecco come si pagano le tasse on line

PagoPa è una piattaforma che rende possibile il pagamento di bollette, tasse, multe e molto altro con un semplice clic dal computer. Ecco come funziona

PagoPa è il sistema del futuro per pagare le tasse on line. Tari, multe, mensa scolastica, bollo auto e tanti altri contributi potranno essere finalizzati con un semplice clic, e con diverse possibilità di servizi: dall’home banking, a PayPal all’app mobile. La piattaforma, ideata da AgID, agenzia per l’Italia digitale, è stata creata già qualche anno fa, ma utilizzata con scarso successo. In parte perché il sistema è ancora poco conosciuto. In parte perché, finora, le funzioni erano pensate principalmente per la fruizione da parte delle pubbliche amministrazioni. Ora, invece, grazie all’intervento del Team per la trasformazione digitale, il punto cardine del nodo unico per i pagamenti on line sarà studiato su misura per il cittadino. Obiettivo: velocità e meno burocrazia.

Rivoluzione digitale? Certamente sì, seguendo la direzione cibernetica che il mondo contemporaneo sta seguendo. Presto, tutti i cittadini potranno dimenticare i soliti scenari che caratterizzano la lentezza di uffici e burocrazia. Per pagare una bolletta in posta, per esempio, spesso bisogna calcolare ore e ore di attesa, a causa della folta concentrazione di persone che, quotidianamente, deve pazientemente mettersi in fila aspettando il proprio turno. Utilizzando la piattaforma PagoPa, invece, è tutto a portata di clic, smaltendo così molti passaggi burocratici senza togliere tempo a lavoro o impegni giornalieri.

Anche pagare la Tari sarà un processo molto più semplice: ora, è necessario portare il bollettino in banca, oppure compilare l’F24 tramite home banking, con conseguente possibilità di errori e versamenti non corretti. Senza contare che, con questa modalità, non si riceve la quietanza di pagamento dall’ufficio preposto. Inoltre, gli stessi Comuni devono incaricarsi di un conteggio manuale delle somme da versare poi nelle casse dello Stato.

PagoPa è stato lanciato nel 2013 e adottato dai Comuni di Roma, Milano, Torino, Palermo e Bari. Per ora, le transazioni sono ancora troppo poche, circa 800mila rispetto alle cento milioni di operazioni eseguite con i “vecchi metodi”. Per questo, l’obiettivo di Team digitale è quello di migliorare ancora di più la piattaforma, in modo che da quest’anno possa essere fruita in maniera più semplice da un maggior numero di Pubbliche Amministrazione e cittadini. Con i servizi automatici di rendicontazione e riconciliazione sui conti dello Stato, ci sarà un controllo telematico più preciso, meno errori e risparmio di tempo e di costi.

L’ultimo obiettivo del Team? Fare in modo che i cittadini possano pagare direttamente dallo Smartphone: il cittadino riceverà una notifica push oppure un sms che lo porterà direttamente sul proprio account personale del Comune. Con un semplice tocco del dito sul display, si potranno pagare le tasse on line con la carta di credito o il conto corrente registrati sul portale. Facile e a portata di clic.

PagoPa: ecco come si pagano le tasse on line
PagoPa: ecco come si pagano le tasse on line