Niente canone Rai ai terremotati. Ma solo se dimostrano che il sisma ha danneggiato la tv

Misura che suona beffarda inserita nell'apposito decreto

Stop al pagamento del canone Rai per gli abitanti delle zone terremotate, ma solo se sono in grado di dimostrare che l’apparecchio tv è otto a causa del sisma.

Ecco cosa dice nello specifico l’articolo 11 del decreto “in favore” delle popolazioni colpite dal sisma, appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale: “Nei casi in cui per effetto dell’evento sismico la famiglia anagrafica non detiene più alcun apparecchio televisivo, il canone tv ad uso privato non è dovuto per l’intero secondo semestre 2016 e per l’anno 2017”.

Se ne deduce, prendendo alla lettera la legge, che una famiglia terremotata può non pagare il canone Rai, ma solo se in grado di dimostrare che anche il televisore domestico è stato vittima del sisma.

Altrimenti, par di capire, se l’apparecchio si fosse salvato dal crollo e per disgrazia fosse ancora funzionante, la famiglia terremotata sarebbe tenuta a pagare ancora la tassa tv, benché sprovvista di un casa dove guardare i canali della Rai.

Come nota anche ilSole24Ore, il decreto legge n. 8/2017 non chiarisce affatto in che modo un terremotato possa dimostrare di non possedere più un televisore «per effetto del sisma». Inviare all’Agenzia delle entrate un pezzo dell’apparecchio distrutto, con numero di matricola ben visibile sennò non vale? Autocertificare il crollo della casa e il contestuale decesso del televisore, consapevoli delle conseguenze penali di una dichiarazione mendace ai sensi dell’articolo 75 del Dpr 445/2000? Allegare una dichiarazione della Protezione civile o del sindaco che comprovi lo status di sfollato, garantendo pure che il terremotato non abbia fatto in tempo a mettere in salvo un tv ancora in grado di ricevere la Rai?

Il modello di dichiarazione sostitutiva predisposto dall’Agenzia delle entrate per il canone Rai prevede una sola possibilità per sfuggire all’imposta: non possedere un televisore nella casa in cui si è titolari di utenza elettrica.

Se in casa c’è un televisore, anche se lgli abitanti vivono in una tenda da mesi, in linea teorica non sono esenti dal canone, e se dichiarano il contrario incappano nella sanzione prevista per gli evasori (cinque volte il canone evaso). A meno di non dimostrare che non si detiene più di fatto la tv, per effetto del sisma. Come non è però chiaro.

Leggi anche:
Flop canone Rai in bolletta: è il gettito più basso dal 2010
Canone Rai, tutti gli importi 2017
Nella legge di Bilancio uno sconto sul canone Rai: dal 2017 costerà 90 euro
Dal 15 novembre tetto agli stipendi dei dirigenti Rai. Ma non per le star
Rai, tetto di 240mila euro per i compensi delle star della tv pubblica
Spese Rai, il programma di Veltroni costa 1 milione di euro a puntata
Online i maxi-stipendi Rai: molti ex prendono più di 200mila euro
Tutto sul canone Rai
Chi non paga il canone Rai?

Niente canone Rai ai terremotati. Ma solo se dimostrano che il sisma ha danneggiato la tv
Niente canone Rai ai terremotati. Ma solo se dimostrano che il sisma h...