Modello 730/2016: nuovi controlli e rimborsi over 4.000 euro

Previsti controlli preventivi in caso di situazioni considerate a rischio

Fisco 7Una delle novità introdotte dalla legge di stabilità 2016 nell’ambito del modello 730/2016 riguarda i controlli preventivi in caso di situazioni considerate a rischio.

In particolare, si stabilisce che i controlli preventivi non vengono effettuati se il modello 730 è stato presentato tramite un CAF o un professionista abilitato, tenuto all’apposizione del visto di conformità.

La norma introdotta dalla Legge di Stabilità prevede infatti che l’Agenzia delle Entrate possa effettuare controlli preventivi sui modelli 730, presentati direttamente da parte del contribuente ovvero tramite il sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, nel caso in cui le dichiarazioni:

  • presentino elementi di incoerenza rispetto ai criteri pubblicati con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate;
  • determinino un rimborso di importo superiore a 4.000,00 euro.

I controlli preventivi verranno effettuati:

  • in via automatizzata o mediante verifica della documentazione giustificativa;
  • entro 4 mesi dal termine previsto per la trasmissione della dichiarazione, ovvero dalla data della trasmissione, se questa è successiva a detto termine.

Al termine dei controlli preventivi, il rimborso spettante viene erogato dall’Agenzia delle Entrate entro il sesto mese successivo:

  • al termine previsto per la trasmissione della dichiarazione;
  • dalla data della trasmissione, se questa è successiva a detto termine.

Secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016, quindi, i nuovi controlli preventivi avranno per oggetto le dichiarazioni, presentate direttamente all’Agenzia delle Entrate oppure tramite sostituti di imposta, che contengono modifiche rispetto alla dichiarazione precompilata con riflessi sulla determinazione del reddito o dell’imposta.
I controlli preventivi non verranno effettuati se il modello 730 è stato presentato senza modifiche, direttamente dal contribuente o tramite il sostituto d’imposta.
Restano comunque fermi i controlli sostanziali previsti in materia di imposte sui redditi.

Ecco qui di seguito un riepilogo sintetico:

Riepilogo sintetico

PRESENTAZIONE 730/2016
A CURA
CONTROLLI PREVENTIVI
(ELEMENTI DI INCOERENZA – RIMBORSI OVER 4.000 euro)
Contribuente – sostituto
senza modifiche
No
Contribuente – sostituto
con modifiche
Si
CAF – professionisti senza modifiche No
CAF – professionisti
con modifiche
No

Alla luce delle nuove disposizioni normative, vengono quindi abrogati i riferimenti normativi che prevedevano controlli preventivi sui modelli 730 contenenti rimborsi superiori a 4.000,00 euro, in presenza di detrazioni per carichi di famiglia e/o di eccedenze relative alla precedente dichiarazione. Ciò è dovuto al fatto che, per quanto riguarda i familiari a carico, viene effettuato un controllo di validità ed esistenza dei relativi codici fiscali al momento dell’invio della dichiarazione, mentre, per quanto riguarda le eccedenze derivanti dall’anno precedente, queste vengono proposte direttamente dall’Agenzia delle Entrate nella dichiarazione precompilata.

Nicolò Cipriani – Centro Studi CGN

Leggi anche:
Canone Rai, l’ultima beffa: si pagherà due volte
Eredità: successione o donazione, cosa conviene di più?
Arriva la tassa sull’ascensore. E costerà più della Tasi

Modello 730/2016: nuovi controlli e rimborsi over 4.000 euro
Modello 730/2016: nuovi controlli e rimborsi over 4.000 euro