Il decreto Fisco è legge: addio a Equitalia con la rottamazione delle cartelle

(Teleborsa) – Il decreto Fisco finalmente è legge. Il testo “blindato”, licenziato dalla Camera la scorsa settimana, con il voto di fiducia, è passato per la seconda lettura al Senato senza alcuna modifica. 

Il provvedimento, che è collegato alla manovra in via di approvazione alla Camera, viene licenziato con il voto di fiducia, con 162 voti favorevoli, 86 contrari ed 1 astenuto. 

Il decreto in questione reca disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili, in pratica serve a finanziare le spese inserite nella Legge di bilancio. 

Fra i punti cardine del testo c’è l’addio a Equitalia, le cui funzioni di riscossione saranno internalizzate dall’Agenzia delle Entrate, e la rottamazione delle cartelle esattoriali. E poi, ancora, la voluntary disclousure bis (seconda edizione del rientro dei capitali), le modifiche al versamento trimestrale dell’IVA e l’abbandono degli studi di settore.

Nel decreto sono incluse anche alcune spese indifferibili, come la dotazione del fondo per l’occupazione, il tax credit per il cinema, il finanziamento della missione in Libia, le risorse per gli investimenti nelle ferrovie, l’accoglienza ai migranti.   

Il decreto Fisco è legge: addio a Equitalia con la rottamazione delle cartelle
Il decreto Fisco è legge: addio a Equitalia con la rottamazione delle...