Fisco, nel 730 detraibili anche le gite e le mense scolastiche

Gli sconti per le famiglie che sostengono le spese scolastiche coprono nel 2017 anche i servizi integrativi come il pre e il post scuola e le gite

Nel modello 730 del 2017 sarà possibile detrarre anche i costi sostenuti per la mensa e le gite scolastiche. Lo prevede la circolare-guida che contiene tutte le indicazioni su deduzioni, detrazioni, crediti d’imposta e altri elementi rilevanti per il rilascio del visto di conformità per il prossimo 730, frutto del lavoro dell’Agenzia delle Entrate e della Consulta dei Caf.

La circolare stabilisce che la detrazione pari al 19% già prevista per le spese di frequenza scolastica venga estesa anche alle spese per le gite scolastiche e servizi integrativi pre e post scuola o assistenza al pasto. Inoltre, il bonus scatta anche se il servizio è reso tramite il Comune o soggetti terzi rispetto alla scuola.

L’Agenzia delle Entrate dà anche l’ok alla detrazione sulle spese per l‘assicurazione della scuola e ogni altro contributo scolastico finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa, come corsi di lingua, di teatro e così via, deliberati dagli organi di istituto.

La guida chiarisce inoltre che rientrano tra le spese di istruzione universitaria agevolabili, e beneficiano quindi della relativa detrazione, quelle sostenute per la frequenza degli istituti tecnici superiori (poiché assimilabili alle spese per la frequenza di corsi universitari). Per lo stesso motivo, gli studenti degli Its hanno diritto a usufruire anche della detrazione per i canoni di locazione.

Leggi anche:
Nuovi limiti alle detrazioni per le spese scolastiche 
Mense scolastiche, caos detrazioni: il tetto massimo non copre tutta la spesa
Asili nido, via libera al bonus di 1000 euro
Bonus fiscali per la famiglia, quali resteranno e quali no nel 2017
La beffa del bonus mamme: annunciati e scomparsi gli 800 euro

 

Fisco, nel 730 detraibili anche le gite e le mense scolastiche
Fisco, nel 730 detraibili anche le gite e le mense scolastiche