Decreto fiscale, concluso il CdM. C’è anche la norma anti-scalate

(Teleborsa) – E’ terminato dopo circa un’ora il Consiglio dei ministri per il varo del DL fiscale collegato alla legge di Bilancio che sarà approvata molto probabilmente lunedì.

Il decreto, varato oggi, garantisce una parte delle coperture della legge di Bilancio per il 2018-2020, corregge i conti sul 2017 (in particolare per il flop della voluntary disclosure) e contiene il rifinanziamento delle missioni internazionali per il secondo semestre di quest’anno.

Tra le principali novità in arrivo, la riapertura della rottamazione delle cartelle Equitalia e la cartolarizzazione dei crediti fiscali.

Nel decreto fiscale varato dal governo c’è anche una norma anti-scalate alla luce del dossier del golden power per la vicenda Vivendi-TIM.

Secondo quanto si apprende, essendo il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, al meeting del Fmi a Washington, alcune parti del decreto fiscale approvato durante il Consiglio dei ministri di oggi devono essere messe a punto e questo lavoro di limatura verrà svolto nel fine settimana.

Prevista anche la proroga del prestito ponte per Alitalia. Il prestito ponte prevedeva una dotazione di 600 milioni messi a disposizione della compagnia alle prese con la ricerca di un nuovo proprietario. La scadenza era fissata all’inizio di novembre. Il 16 ottobre scade il termine per la presentazione delle offerte vincolanti per l’acquisto della società.

Decreto fiscale, concluso il CdM. C’è anche la norma anti-scalate
Decreto fiscale, concluso il CdM. C’è anche la norma anti-...