Canone Rai, se non era in bolletta va pagato entro il 31 ottobre

Chi non lo ancora pagato con la bolletta della fornitura elettrica ha ancora pochi giorni di tempo per mettersi in regola senza sovrattassa

Resta poco tempo per mettersi in regola con il pagamento del canone Rai 2016, ma pochissimi italiani lo sanno. La scadenza del 31 ottobre, termine ultimo per adempiere all’obbligo fiscale con il modello F24, è nota a pochi: per questo l’Unione Nazionale Consumatori e Udicon chiedono alla Rai di darne immediatamente notizia alla fine dei telegiornali, come si faceva negli anni passati a gennaio e a febbraio.

IL RISCHIO DI SANZIONI – Il problema resta per ora a carico dei consumatori: in caso di pagamento tardivo, infatti, potrebbe scattare una sanzione, che va dai 200 ai 600 euro. Anche se il Ministero dello sviluppo economico ha stabilito che “Nei casi in cui la tardività non dipenda da cause imputabili all’utente non si procede all’applicazione di sanzioni e interessi a suo carico“, lo spazio di interpretazione su quali siano effettivamente queste “cause non imputabili all’utente” è troppo largo.

COSA FARE – Il Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU) consiglia a tutti i consumatori di verificare in via precauzionale se il canone non sia già stato addebitato sulle bollette ricevute. In caso contrario, sarebbe consigliabile chiedere al proprio venditore di energia se lo stesso sarà presente sulla prossima fattura. Se così non fosse (anche se non è molto probabile che ci saranno molti casi relativi a questa fattispecie), l’obbligo di verifica resta a carico dei contribuenti ed entro il 31 ottobre bisogna versare, in banca o alla posta, l’intero importo del canone di 100 euro con il modello F24.

CHI DEVE PAGARE ENTRO IL 31 OTTOBRE-  I contribuenti che non si sono visti addebitare il canone Rai nella bolletta elettrica dovranno quindi compilare e inviare il modello F24. Sono:
– Coloro i quali posseggono una tv e, pur essendo titolari del contratto, non riscontrano alcun addebito sulla bolletta, né su altre imposte degli altri componenti del nucleo famigliare.
– Chi vive in un nucleo famigliare che non è titolare del contratto elettrico, ma che possiede una tv (es: in una casa multifamiliare, la famiglia titolare del contratto dovrà pagare le bollette, mentre gli altri nuclei, se in possesso di apparecchi radiotelevisivi, saranno tenuti a pagare i 100€)
– Chi ha cambiato il contratto elettrico da “residente” a “non residente” prima del 30 giugno (il canone non può essere stato addebitato in bolletta).
– Coloro i quali risiedono nelle isole non interconnesse con la rete di trasmissione nazionale: Alicudi, Capri, Capraia, Giglio, Ustica, Tremiti, Favignana, Filucudi, Levanzo, Lipari, Lampedusa, Linosa, Marettimo, Ponza, Pantelleria, Stromboli, Salina, Panarea, Ventotene, Vulcano.
– Coloro ai quali è stata volturata un’utenza elettrica in corso d’anno. In questo caso, il canone viene di norma addebitato dal mese di voltura della fornitura. L’addebito avviene nella prima fattura elettrica utile, nella quale sono inserite le rate scadute. Dato che in questo caso l’importo non è 100 euro, ma varia a seconda della data di attivazione, l’eventuale somma non addebitata va versata con il modello F24. Stesso procedimento per chi ha attivato una nuova utenza elettrica nel corso dell’anno.

Leggi anche:
Spese Rai, il programma di Veltroni costa 1 milione di euro a puntata
Nella legge di Bilancio uno sconto sul canone Rai: dal 2017 costerà 90 euro
Sanatoria Equitalia, così la rottamazione delle cartelle
Canone Rai in bolletta, finora incassato “solo” un miliardo
Legge di bilancio: assicurazione ai deputati da 350mila euro
Legge Bilancio, capitali stranieri e risparmio privato cardini per rilancio economia
Legge di Bilancio: sul piatto 24,5 miliardi di euro
Spese Rai: i programmi più costosi del 2016 che abbiamo pagato col canone
Canone Rai in bolletta, il Tesoro: finora riscossi 100 milioni (su 300)
Il canone Rai in bolletta non funziona, mancano 300 milioni di gettito
Canone Rai in bolletta, Renzi fa flop: metà degli italiani non ha pagato

Canone Rai, se non era in bolletta va pagato entro il 31 ottobre
Canone Rai, se non era in bolletta va pagato entro il 31 ottobre