La stagflazione

Inflazione più depressione economica, l'ipotesi più temuta

Il peggiore degli scenari possibili: è la situazione in cui l’economia in stagnazione o addirittura recessione (con conseguenti alti livelli di disoccupazione) ma contemporaneamente si registra un alto tasso di inflazione.

La stagflazione è un paradosso dell’economia. Infatti, secondo le teorie economiche classiche, l’inflazione è la naturale conseguenza dell’espansione economica e quindi di un aumento del potere di acquisto della popolazione. Al contrario, in un periodo di in cui la produzione è ferma e la disoccupazione alta ci si dovrebbe almeno “consolare” con una stabilizzazione o addirittura una diminuzione dei prezzi (deflazione), perché la domanda è carente.

La stagflazione è stata sperimentata negli anni ’70 (quando è anche stato coniato il termine) durante la crisi petrolifera: il Pil (prodotto interno lordo) si contraeva e i prezzi aumentavano (spinti dall’aumento del prezzo del petrolio). E’ tipico della stagflazione, infatti, che la spinta inflazionistica non venga da un aumento della domanda ma da fattori “esterni” e indipendenti dal ciclo economico, come il rialzo del prezzo del greggio per ragioni geopolitiche. (A.D.M.)

La stagflazione
La stagflazione