L’India fa jackpot

(ASI) - Lancio record per l’India. L’ISRO ha rilasciato in orbita 104 satelliti in un solo liftoff. L’agenzia spaziale indiana ha così superato il primato detenuto dalla Russia che nel 2014 aveva lanciato 34 satelliti in una volta.

Il decollo dell’India’s Polar Satellite Launch Vehicle è avvenuto il 13 febbraio dal Satish Dhawan Space Centre nel sud del paese.

La grossa parte del carico – ben 88 micro-satelliti satelliti degli oltre cento recapitati nello spazio – è targato Planet Labs. L’azienda californiana potrà così svolgere un servizio quotidiano di imaging totale del nostro pianeta grazie a DOVE, che con 144 satelliti è la più vasta costellazione esistente al mondo.

Planet Labs nei giorni scorsi aveva annunciato l’acquisto di Terra Bella da Google, inclusa la costellazione di satelliti SkySat. L’accordo prevede allo stesso tempo l’impegno di Google ad acquistare immagini e dati satellitari da Planet. I dati della costellazione DOVE verrano utilizzati in diversi settori, come l’agricoltura di precisione, il monitoraggio delle risorse naturali e la gestione delle emergenze causate dai disastri naturali.

Il co-fondatore di Planet Labs, Robbie Schingler, ha dichiarato che la “società dispone del secondo più grande network privato di stazioni terrestri, con un controllo di missione automatico e la capacità di fornire un vastissimo volume di dati a diverse tipologie di clienti in tempi rapidi”.

La scorsa settimana Robbie Schingler aveva illustrato nella sede dell’Agenzia Spaziale Italiana, i programmi futuri di Planet Labs. “Mi congratulo con Planet Labs per il successo del lancio”, ha detto il presidente dell’ASI, Roberto Battiston, “si tratta di un notevole esempio di space economy e di innovazione tecnologica nella produzione e diffusione dei dati di osservazione della Terra”.

L’India fa jackpot
L’India fa jackpot