Riscaldamento, 100 giorni per mettersi in regola. Ecco come

Il 1° gennaio 2017 scatta l'obbligo della valvole termostatiche. Ma...

Parte la stagione termica invernale, ma oltre la metà dei condomini con impianto centralizzato non hanno ancora installato, su ogni singolo calorifero, le valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore. E mancano solo 100 giorni per mettersi in regola per evitare di incorrere in sanzioni anche salate. “È rimasto davvero poco tempo ai cittadini per provvedere all’installazione delle valvole termostatiche, ma credo che pochi ne siano consapevoli” – spiega Manuel Castoldi di Rete Irene, il primo network di imprese lombarde specializzato in riqualificazione energetica –. “Servirebbe una maggiore informazione. Ecco perché abbiamo deciso di lanciare la ‘Campagna dei 100 Giorni’, volta a sensibilizzare i professionisti e gli amministratori di condominio, con l’intento di affiancarli e supportarli nel fornire ai loro amministrati tutte le informazioni utili per prendere rapidi provvedimenti”.
La Lombardia è stata infatti la prima regione a deliberare in merito, ma è prevedibile che prersto seguiranno tutte le altre visto che il termine del 31/12/2016 viene direttamente da una direttiva Ue.

LA LEGGE – Ma cosa prevede la legge? Con la Delibera X / 3965 del 31/07/2015 Regione Lombardia ha prorogato al 31 dicembre 2016 la scadenza per installare i sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore in tutti i condomini con riscaldamento centralizzato, prorogando di oltre 2 anni il termine previsto dalla delibera IX / 2601 del 30/11/2011 che stabiliva la scadenza nel 1 agosto 2014 e allineandosi con la L.R. n. 5 del 31 luglio 2013, dove è prescritto che le sanzioni amministrative per coloro che non hanno adempito a tale obbligo partiranno dal 1° gennaio 2017. Le sanzioni saranno comprese tra i 500 e i 3000 euro per ciascuna unità immobiliare.

CORSA CONTRO IL TEMPO – Dunque secondo l’indagine almeno metà dei condomini a riscaldamento centralizzato non è ancora in regola, ma non si pensi che manchi più di un anno alla scadenza, in realtà mancano solo 100 giorni utili perché l’installazione deve essere fatta quando gli impianti sono spenti, tra aprile e ottobre, per non causare disagi agli utenti nei mesi più freddi e per garantire il monitoraggio e la regolazione dell’impianto nel periodo iniziale della stagione invernale. Inoltre è necessario considerare i soli giorni lavorati e l’impossibilità di intervenire nel periodo compreso tra luglio e agosto, quando la maggior parte delle abitazioni del condominio risultano non accessibili perché gli occupanti sono in vacanza. Il conto alla rovescia è cominciato

CAMPAGNA 100 GIORNI – Ecco perché Rete Irene ha deciso di lanciare la “Campagna dei 100 Giorni”, per sensibilizzare cittadini, amministratori di condominio e addetti ai lavori in modo da non farsi cogliere impreparati. Basta andare su http://www.reteirene.it e seguire la pagina dedicata alla termoregolazione e contabilizzazione del calore e la sezione “A fianco dell’amministratore competenza e metodo” per trovare tutte le informazioni necessarie sia per una corretta installazione, sia per un corretto utilizzo di questi sistemi e di tutte le altre metodologie di intervento per favorire il risparmio energetico negli edifici esistenti.

Leggi anche:
Caldaie, in vigore le nuove regole. Cosa cambia
Scatta l’obbligo delle valvole termostatiche: un salasso
Caldaie: slitta l’integrazione del libretto
Condizionatori: obbligo libretto e bollino

Bonus casa verso l’estensione al 2016

Riscaldamento, 100 giorni per mettersi in regola. Ecco come
Riscaldamento, 100 giorni per mettersi in regola. Ecco come