Veronafiere diventa Spa, previsti investimenti per 94 milioni al 2020

Il piano industriale basato su cinque punti chiave

(Teleborsa) Veronafiere da Ente autonomo diventa una Società per azioni. E’ quanto ha stabilito l’assemblea dei soci: gli azionisti hanno anche votato il piano industriale di sviluppo che prevede entro il 2020 ben 94 milioni di euro di investimenti, un volume d’affari obiettivo di 113 milioni di euro con un margine operativo lordo di 21,9 milioni di euro (pari al 19% dei ricavi).

Il piano è basato su 5 punti chiave: il primo cardine prevede il consolidamento delle rassegne esistenti e della leadership nelle filiere wine&food e marmo-costruzioni, con una crescita mirata anche in alcuni paesi esteri, come Usa, Cina e Brasile. Il secondo poggia sul rafforzamento nel settore dell’agricoltura e delle relative tecnologie; terzo punto chiave lo sviluppo integrato dei servizi ‘core’ per incrementare volumi e margini come pure dei servizi dedicati all’internazionalizzazione delle imprese. Altri focus sono il contenimento dei costi e il potenziamento e l’ammodernamento del quartiere, a parità di superficie installata.

“La trasformazione di Veronafiere in società per azioni, attesa da tempo, è un importante obiettivo raggiunto. In un contesto competitivo internazionale molto aggressivo, la forma giuridica della società di capitali e il piano industriale consentono di muoversi velocemente per consolidare il portafoglio di rassegne leader mondiali, sviluppare le potenzialità esistenti e aumentare significativamente la quota di mercato e la redditività”, ha spiegato il presidente di Veronafiere, Maurizio Dianese.

Veronafiere diventa Spa, previsti investimenti per 94 milioni al 2020
Veronafiere diventa Spa, previsti investimenti per 94 milioni al ...