Vaccini, i medici che li sconsigliano rischiano anche la radiazione

Dura presa di posizione della Federazione degli Ordini dei Medici contro il fronte anti-vaccini

I medici che sconsigliano i vaccini infrangono il codice deontologico, e vanno incontro a procedimenti disciplinari che possono arrivare alla radiazione. E’ la dura presa di posizione della Federazione degli Ordini dei Medici (Fnomceo) contro il fronte antivax, espressa in un documento sul tema.

“Noi siamo pronti a fare la nostra parte – ha spiegato il segretario Luigi Conte -, sono già in corso e sono stati fatti procedimenti disciplinari per medici che sconsigliano i vaccini. Si può arrivare anche alla radiazione“.

Il documento, approvato all’unanimità lo scorso 8 luglio, specifica che “solo in casi specifici, quali ad esempio alcuni stati di deficit immunitario, il medico può sconsigliare un intervento vaccinale. Il consiglio di non vaccinarsi nelle restanti condizioni, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica”.

SENTENZE ANTI-VACCINI- La Federazione degli Ordini dei Medici invita anche la magistratura a non fomentare la fobia: “I vaccini servono, le malattie non sono sconfitte”. La magistratura non deve avere atteggiamenti tesi a “fomentare comportamenti scorretti e non compatibili con il vivere sociale”. Nel documento la Fnomceo chiede di “favorire il superamento dell’evidente disallineamento tra scienza e diritto, auspicando che i magistrati intervengano in materia di salute recependo nelle loro sentenze la metodologia dell’evidenza scientifica”.

VIETARE IL NIDO AI BAMBINI NON VACCINATI – “Si fa pericolosamente strada nell’opinione pubblica la falsa percezione che i vaccini siano superflui e inutili – ha spiegato Maurizio Grossi, coordinatore della Consulta Deontologica della Fnomeceo –. Per questo abbiamo voluto fortemente il documento”. Un documento che punta a coinvolgere non solo tutti i medici, ma i decisori pubblici, le istituzioni, i legislatori, i magistrati, i ricercatori, i comunicatori e, soprattutto, i pazienti e i cittadini tutti.
Tra le proposte: favorire le vaccinazioni in Italia, prevedendo “l’impossibilità dei figli a frequentare la scuola durante i periodi epidemici, la non iscrivibilità all’asilo nido, ed eventualmente l’assicurazione contro danni da mancata vaccinazione”. Ma anche richiamare il Governo “all’adozione di provvedimenti per estendere le vaccinazioni a chiunque sia presente sul territorio nazionale”.

CAMPAGNE MIRATE – La Federazione propone di richiamare il Governo “all’adozione di provvedimenti per estendere le vaccinazioni a chiunque sia presente sul territorio nazionale”. Quindi intensificare la campagna per l’adesione del personale sanitario alla vaccinazione, intensificare le campagne per valorizzare il ruolo del medico nella promozione delle vaccinazioni, riconfermare l’obbligo dei medici di collaborare all’attuazione dei provvedimenti di sanità pubblica.

Leggi anche:
Vaccini e autismo, nuova sentenza condanna il Ministero della Salute
Disclosure Code, online i compensi delle imprese ai medici
Sanità troppo cara, 11 milioni di italiani rinunciano alle cure
Medici di base: si va verso la presenza 12 ore 7 giorni su 7
Zuckerberg posta una foto, gli anti-vaccino insorgono: “Sei malato”
Come riconoscere l’autismo nei bambini
Vaccinazioni, qual è la loro importanza
Tutto sui vaccini
Perché così poca informazione sui vaccini?

Vaccini, i medici che li sconsigliano rischiano anche la radiazione
Vaccini, i medici che li sconsigliano rischiano anche la radiazio...