Trump conferma muro, economia Messico in ginocchio

Il Tycoon deciso a costruire una frontiera lungo il confine e a espellere 3 milioni di clandestini

(Teleborsa) – Dalle parole ai fatti. Donald Trump, nuovo presidente degli USA, intende mantenere fino in fondo le promesse fatte in campagna elettorale e si prepara alla grande offensiva contro l’immigrazione clandestina proveniente dal Messico. E i proclami di erigere un muro lungo il confine sembrano potersi tramutare in un prossimo futuro in qualcosa di molto concreto.

Lo stesso Trump lo ha ribadito intervistato dalla Cbs: “Sì, costruirò il muro al confine col Messico. In alcune zone sarà una recinzione. In altre un vero e proprio muro. Si tratta comunque di costruzioni. Deporterò i clandestini con precedenti penali”. Ma il neo presidente ha anche detto che “sostituirò l’Obamacare con qualcosa di migliore e più economico. No, non ho ancora deciso se metterò Hillary Clinton sotto accusa. Non sono certo di volerle fare altro male”.

La priorità è una: “Per ora ci concentreremo sui criminali, i trafficanti di droga e quelli con precedenti, saranno 2 o 3 milioni. Solo dopo aver rinforzato i confini penseremo a cosa fare degli altri. Ci sono anche tante brave persone”.  Le parole di Trump rimbalzano come pietre e l’economia messicana, già in crisi, è sempre più a rischio tracollo.

Il peso, la moneta messicana, dall’elezione di Trump ha vissuto una delle settimane più critiche dal 2008, l’anno della bolla immobiliare americana. Una settimana fa per comprare un dollaro servivano 19 pesos, oggi quasi 22, una svalutazione vicina al 10%, ma per gli esperti non è che l’inizio e nelle prossime settimane potrebbe perdere fino al 25% del valore prima delle elezioni.

Il tycoon repubblicano ha infatti promesso ai suoi elettori di rinegoziare il Nafta, il Trattato di libero scambio con Messico in vigore dal 1994, e di tassare i prodotti delle aziende USA che assemblano in Messico, ma anche di sequestrare i soldi che inviano in patria i messicani che lavorano illegalmente negli USA.  L’economia messicana dipende per l’80% da quella degli USA, per scambi commerciali del valore di 350 miliardi di dollari all’anno.

Trump conferma muro, economia Messico in ginocchio
Trump conferma muro, economia Messico in ginocchio