Ticket sanitario: chi non lo paga e nuovi LEA

Ticket sanitario: tute le categorie che non lo pagano e i nuovi Lea approvati dal Ministero della Salute

I ticket sanitario non è per tutti: alcune categorie di persone sono esenti per età, reddito familiare, gravi malattie e condizioni particolari. Inoltre, il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, ha appena approvato i nuovi Lea, i livelli essenziali di assistenza che, dopo 15 anni, sono stati aggiornati in base alle nuove necessità sociali e alle nuove tecniche scientifiche di cui si può usufruire.

Ticket sanitario: chi è esente?

Le categorie di persone esenti ticket per le prestazioni mediche sono diverse: per quanto riguarda l’età, non pagano il prezzo della visita gli over 65 e i minori di 6 anni con reddito familiare inferiore a 36,152 €, così come i disoccupati con reddito sotto gli 8.263 euro. Esenti ticket anche chi soffre di invalidità come non vedenti, sordomuti, invalidi civili e di guerra con capacità lavorativa compromessa di 2/3 e chi è affetto da patologie croniche come insufficienza cardiaca, malattie degenerative, diabete, cirrosi epatica, infezione da HIV, e malattie rare, valutate con la percentuale di incidenza di 5 casi ogni 10.000 abitanti. L’elenco completo delle esenzioni è direttamente scaricabile dal sito del Ministero della Salute.

Anche altre categorie protette non devono sottoporsi al pagamento delle prestazioni sanitarie, come per esempio donne in gravidanza, vittime della criminalità organizzata o di terrorismo, ex deportati dai campi di sterminio.

I nuovi Lea 2017: quali novità?

I Lea, livelli essenziali di assistenza son stati aggiornati dopo 15 anni e modificati in base alle nuove richieste della società e al passo con le nuove procedure scientifiche utilizzate ai nostri giorni. Sono stati stanziati 800 milioni di euro per garantire sicurezza e assistenza sanitaria a tutti i cittadini italiani, con capisaldi fondamentali per le famiglie con bambini e per chi soffre di malattie croniche finora non sempre riconosciute come invalidanti.

Sono garantiti e gratuiti tutti i vaccini previsti dal Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale 2017-2019, inclusi cicli e successivi richiami  per la prevenzione contro tutti i tipi di meningite: pneumococco, meningococco B,  meningococco C e il vaccino anti-meningococco tetravalente ACWY135 per gli adolescenti. Non solo per piccoli e giovani, ma tutte le vaccinazioni previste dal PNPV, come anche l’anti-influenzatle, sono usufruibili a costo zero anche dalle categorie a rischio e dagli over 65.

Tra le novità dei Lea 2017 gli interventi gratuiti e garantiti per screening neonatale, endometriosi, celiachia, autismo e procreazione assistita, sia omologa che eterologa.

Ticket sanitario: chi non lo paga e nuovi LEA
Ticket sanitario: chi non lo paga e nuovi LEA