Terremoto: UE sblocca 1,2 miliardi per ricostruzione

L'Unione Europea ha approvato lo stanziamento di 1,2 miliardi per la ricostruzione nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto

È arrivato in questi giorni il via libera dell’Unione Europea allo stanziamento della somma di 1,2 miliardi per la ricostruzione nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto. La commissione Bilanci dell’eurocamera ha deciso di approvare il testo che consentirà lo sblocco del finanziamento proveniente dal Fondo europeo di solidarietà. Si tratta della somma più alta mai erogata dalla Commissione, da quando questo strumento è stato creato, nel lontano 2002.

Dopo il voto positivo del Parlamento, a decidere sarà l’Assemblea, che dovrà votare la proposta dall’11 al 14 settembre, nel periodo in cui si svolgerà la Plenaria. Gli ambasciatori degli Stati membri dell’Unione Europea invece hanno approvato lo sblocco di 1,2 miliardi il 1 luglio, ma tutto verrà ufficializzato il 4 settembre.

“Siamo sempre vicini alle vittime del terremoto, alle loro famiglie ed ai tanti che hanno ancora bisogno di aiuto ed assistenza – ha spiegato Antonio Tajani, presidente dell’Europarlamento -. Con il voto di oggi l’Unione europea dimostra, ancora una volta, la sua solidarietà in modo concreto con contributi sostanziali per l’emergenza e la ricostruzione”.

“Si tratta del più grande ammontare di risorse mai impegnato dal Fondo di Solidarietà Europeo nei suoi 15 anni di vita. Questo – ha proseguito Tajani – è stato possibile grazie a modifiche sul bilancio del 2017 e, in via eccezionale, impegnando anche il bilancio futuro del 2018″. Dopo il voto di questi giorni la proposta verrà votata definitivamente il 13 settembre dall’Assemblea dell’Europarlamento. L’Italia è positiva e il finanziamento di 1,2 miliardi per le zone terremotate sembra ormai una certezza. In seguito alla prima votazione Tajani ha voluto ringraziare per il lavoro svolto la Commissione Europea, soprattutto la Commissaria Cretu, e i parlamentari europei, fra cui anche i relatori La Via e Geier. Da tempo il nostro paese chiedeva all’Europa un aiuto concreto per risolvere la situazione del Centro Italia, mentre la popolazione colpita dal terremoto attende ancora una ricostruzione, che oggi, grazie a questi 1,2 miliardi, si fa forse più vicina.

Terremoto: UE sblocca 1,2 miliardi per ricostruzione
Terremoto: UE sblocca 1,2 miliardi per ricostruzione