Sanità, quali prestazioni sono ticket esenti? Ecco la lista

Il ticket sanitario non deve essere pagato sempre: ecco quali sono le prestazioni per le quali non è richiesto alcun pagamento

La Legge per TuttiLe prestazioni per le quali deve essere pagato un ticket sono numerose, ma sono altrettanto numerosi i casi in cui il ticket non deve essere pagato. Ecco una lista delle prestazioni ticket-esenti.

  • Prestazioni ticket-esenti: quali sono?

Si prevede l’esenzione dal ticket per alcune categorie di persone o per alcune tipologie di disagio.
Vediamo di seguito quali sono e in quali casi si può ottenere l’esenzione e quali sono i requisiti all’interno di ciascuna delle tipologie.

  • Esenzione del ticket per patologie croniche

Le malattie croniche invalidanti dànno diritto all’esenzione dal ticket. Chi si trovi in questa condizione deve richiedere L’esenzione all’ASL competente per territorio (quella relativa al territorio in cui si risiede) tramite presentazione del certificato medico. Il ministero della Salute pubblica l’elenco delle patologie croniche e invalidanti riconosciute e delle prestazioni relative cui i pazienti hanno diritto.

  • Esenzione del ticket per malattie rare 

Le malattie rare (che spesso sono anche invalidanti e a volte prive di terapie specifiche), permettono di accedere all’esenzione del ticket in particolare per tutte le prestazioni afferenti:

  • il trattamento,
  • il monitoraggio
  • la prevenzione degli ulteriori aggravamenti.

Anche nel caso in cui sia sospettati di essere affetti da malattie rare si può usufruire dell’esenzione che difatti è estesa anche alle indagini di accertamento. L’elenco delle malattie rare è anche in questo caso pubblicato sul sito del Ministero.

  • Esenzione del ticket per invalidità

L’invalidità garantisce il diritto all’esenzione per alcune prestazioni specialistiche o per tutte (a seconda del grado di invalidità). Tale condizione naturalmente deve essere accertata dalla competente Commissione medica dell’ASL di residenza.

  • Esenzione del ticket per diagnosi precoce di tumori

La diagnosi precoce del tumore permette di accedere all’esenzione del ticket sanitario. Ma non per tutti i tumori vale questa regola. Le tipologie di diagnosi precoce sono:

  • tumore al collo dell’utero,
  • tumore alla mammella
  • tumore del colon-retto.
  • Esenzione del ticket per gravidanza

In caso di gravidanza si ha diritto ad alcune prestazioni ticket-esenti anche nel caso di gravidanza regolare. Nel caso di gravidanza a rischio ( la cui condizione viene accertata dal ginecologo personale o da un consultorio) pressoché tutti gli accertamenti sono esenti dal ticket.

  • Quando si viene esentati dal ticket per reddito?

Il basso reddito dà diritto all’esenzione del ticket sanitario. Sono esentati:

  • i cittadini di età inferiore a 6 anni e quelli di età superiore a 65 anni, purché appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a € 36.151,98 annui;
  • i disoccupati e familiari a carico: con un reddito del nucleo familiare inferiore a € 8.263,31 elevato a € 11.362,05 nel caso di coniuge a carico, più ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico;
  • titolari di pensione sociale o percettori di assegno sociale e familiari a carico;
    titolari di pensione minima di età superiore a 60 anni e familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a € 8.263,31 elevato a €11.362,05 nel caso di coniuge a carico, più ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico.

Leggi anche:
Addio ticket sanitario: le 203 prestazioni mediche che pagheremo
Esenzioni per invalidità dal ticket sanitario: cosa sono e a quali categorie spettano
Medici, lo Stato è pronto ad assumerne 3mila
Ricette mediche, niente più taglio dei ticket. Le novità
Sanità troppo cara, 11 milioni di italiani rinunciano alle cure
‘Dove mi curo’, la classifica degli ospedali più virtuosi

Sanità, quali prestazioni sono ticket esenti? Ecco la lista
Sanità, quali prestazioni sono ticket esenti? Ecco la lista