San Valentino fa i conti con la crisi. Scendono i prezzi di cioccolatini e fiori

Piccoli rialzi per peluche e ristoranti, mentre crollano i regali di lusso

La crisi ci consegna un San Valentino più economico. Cioccolatini e fiori a prezzi più bassi, cene al ristorante e peluche un po’ più cari. La notizia, che farà felice gli innamorati di tutta Italia, arriva da un’indagine dell’associazione dei consumatori, l’Adoc.

Vediamo i dettagli: un mazzo di fiori costerà in media l’1,6% in meno rispetto al 2009, mentre per una scatola di cioccolatini il ribasso sarà dell’1,8%. Aumenti in vista, invece, per i peluche, si spenderà il 2,1% in più. Piccoli ritocchi all’insù per i ristoranti dove il conto sarà un poco più salato, + 1,3%.

Da quanto emerge dalla statistica di Adoc l’andamento dei prezzi gioca un ruolo fondamentale nella scelta del regalo per il partner. Non è un caso se proprio l’acquisto di cioccolatini e i fiori aumenterà rispettivamente del 6% e del 4% mentre rimarrà negli scaffali dei negozi qualche orsacchiotto in più.

Sicuramente il San Valentino 2010 porterà con sé i segni della crisi economica. Infatti gli innamorati si terranno più lontani dai prodotti di lusso come i gioielli (acquisti al -5%) o altri articoli generalmente più costosi come profumi e prodotti tecnologici (-2%).

San Valentino fa i conti con la crisi. Scendono i prezzi di cioccolatini e fiori
San Valentino fa i conti con la crisi. Scendono i prezzi di cioccolati...