Rai, svelati gli stipendi d’oro dei conduttori e i costi dei programmi

Svelati gli stipendi dei conduttori Rai, nomi e cifre: ecco quanto guadagnerebbero Antonella Clerici e Bruno Vespa

È proprio di questi giorni la polemica sui costi di Sanremo 2017 e il cachet di Carlo Conti, che per la sua terza conduzione porterà a casa 650mila euro, 100mila in più rispetto alla precedente edizione. Ma Conti non è l’unico a intascare dalla Rai cifre notevoli: ci sono anche i super cachet di Antonella Clerici e Bruno Vespa, svelati da La Stampa che ha dichiarato di essere in possesso di un documento con tutte le cifre degli ultimi contratti sottoscritti dal direttore generale Antonio Campo Dall’Orto.

CONTRATTI PER 340 MILIONI – Stando a quanto pubblicato dal quotidiano torinese, nell’ultimo semestre del 2016 Antonio Campo Dall’Orto avrebbe firmato 129 contratti. In pratica un impegno di circa 340 milioni di euro destinato sia al cachet dei conduttori Rai ma anche all’acquisto di format e alla produzione dei programmi e fiction. Inoltre il manager avrebbe “siglato 299 contratti di assunzione, portando il numero dei dipendenti Rai a 11.303. A questo va aggiunta la concessione di 585 promozioni”.

I COMPENSI D’ORO DELLA RAI – La più pagata fra i big della tv Rai è Antonella Clerici: la conduttrice de “La prova del cuoco” ha un contratto in esclusiva per due anni pari a 3 milioni di euro lordi, ovvero 1,5 milioni all’anno.
Quasi al suo fianco Flavio Insinna: con i pacchi di “Affari tuoi” intascherebbe 1 milione e 420mila euro all’anno.
Lucia Annunziata invece percepisce 1,380 milioni di euro all’anno per “In Mezz’Ora” con un contratto fino al 2019. Non potevano mancare pagamenti ingenti per due big della televisione come Bruno Vespa e Michele Santoro, con il primo che percepisce compensi per 1,8 milioni di euro più un altro milioni di conguaglio, mentre per il secondo, 2,7 milioni che però provengono da 3 programmi di cui è conduttore o realizzatore.
Costa tanto alla Rai anche Piero Angela con 1,8 milioni di euro con 4 anni di contratto e con numerose collaborazioni anche per la produzione di collane e DVD in materie come storia e scienza. Cifre inferiori (sotto il milione) ma ragguardevoli anche per Massimo Giletti e Michele Guardì.
Dalle carte però, non escono solo spese relative ai volti noti della tv perché per esempio, si scopre che lo statunitense James Conlon percepisce oltre 300mila euro per 7 mesi di contratto. Chi è costui che viene pagato con i soldi pubblici? È il direttore dell’Orchestra Sinfonica della RAI. Il predecessore Juri Valcuha, slovacco, ne aveva presi “1.188.732 per quattro anni”.

QUALI SONO I PROGRAMMI PIU’ PAGATI – Negli ultimi sei mesi del 2016 Campo Dall’Orto ha attinto a piene mani dal ricco catalogo acquistando o confermando ben 16 format esterni. La parte del leone la fa Endemol che per due stagioni di “Affari tuoi” incassa 5,3 milioni e altri 2,96 per la quinta edizione di “Detto fatto”. Altra fetta consistente del budget va alla rivale Magnolia che incassa 5,6 milioni per “l’Eredità” che copre la prima serata di Rai1 per la stagione 2016-2017. Sempre Magnolia incassa 4,8 milioni per la licenza di “Pechino Express” su Rai2.

Leggi anche:
Dal 15 novembre tetto agli stipendi dei dirigenti Rai. Ma non per le star
Rai, tetto di 240mila euro per i compensi delle star della tv pubblica
Spese Rai, il programma di Veltroni costa 1 milione di euro a puntata
Online i maxi-stipendi Rai: molti ex prendono più di 200mila euro
FORUM: Perchè non privatizzare la RAI  in questi momenti cruciali  di crisi? 

Rai, svelati gli stipendi d’oro dei conduttori e i costi dei programmi
Rai, svelati gli stipendi d’oro dei conduttori e i costi dei&nbs...