Rai, salta il tetto dei compensi. Salvi gli stipendi di Fazio & co.

Nel prossimo cda, fissato per il 13 aprile, si dovrebbe arrivare alla revoca del tetto di 240mila euro per gli stipendi

Dopo le minacce, la Rai è pronta a salvare i suoi Paperoni. Nel prossimo cda, fissato per il 13 aprile, si dovrebbe arrivare alla revoca del tetto di 240mila euro per tutti gli stipendi che, applicato anche alle star della tv di Stato, aveva fatto scattare l’allarme rosso a viale Mazzini. In quell’occasione si accoglierà il parere dell’Avvocatura dello Stato che ha espresso dubbi in merito al tetto. Palazzo Chigi ha trasmesso il parere dell’Avvocatura al Mef che si prenderà qualche giorno prima di integrarlo e trasmetterlo a viale Mazzini.

Il governo ha reperito una soluzione per rimuovere il limite di 240mila euro ai compensi di Carlo Conti, Flavio Insinna e colleghi, introdotto con una delibera del Cda Rai per recepire un articolo un po’ pasticciato sugli stipendi della legge sull’Editoria. “Le prestazioni artistiche vanno considerate in maniera distinta, non gravano sul canone e i compensi vanno valutati considerando la necessità di garantire alla Rai di operare in regime di parità concorrenziale”.
Secondo l’avvocatura il primo problema sarebbe di carattere normativo perché le prestazioni artistiche sarebbero differenti dalle altre; vi è poi un altro aspetto secondo cui i compensi non pesano sul canone visto che le prestazioni degli artisti sarebbero coperti dai soldi relativi alla raccolta pubblicitaria. A questo punto gli stipendi dei big dovrebbero essere salvi.

Salvo lo stipendio di Fabio Fazio, uno dei più pagati dalla Rai con un milione e 800mila euro all’anno, che qualche giorno fa aveva scritto su Twitter: “In una tv che cambia, bisogna assumersi responsabilità e nuovi rischi. D’ora in poi, ovunque sarà, vorrei essere produttore di me stesso”. Salvi anche i contratti siglati, come quello di Antonella Clerici che per l’esclusiva con RaiUno delle sue trasmissioni (La prova del cuoco e Ti lascio una canzone) ha un accordo per un milione e mezzo l’anno sino al 2018. O star del calibro di Carlo Conti, che per la conduzione del Festival di Sanremo ha preso 650mila euro. Cifre decisamente non contenibili nel tetto di 240mila euro previsto dalla norma.

Leggi anche:
Rai, tetto ai compensi. Fazio non ci sta e annuncia il possibile addio
Rai, tetto stipendi anche per le fiction: a rischio Montalbano
Tetto stipendi Rai, fuga delle star? Chi va e chi resta
Spese Rai, il programma di Veltroni costa 1 milione di euro a puntata
Online i maxi-stipendi Rai: molti ex prendono più di 200mila euro
FORUM: Perchè non privatizzare la RAI  in questi momenti cruciali  di crisi? 

Rai, salta il tetto dei compensi. Salvi gli stipendi di Fazio & co.
Rai, salta il tetto dei compensi. Salvi gli stipendi di Fazio &&nb...