Piroetta Berlusconi: “Reddito di cittadinanza e Draghi Premier”

Il Cavaliere sorprende tutti e cerca sponde per Mediaset nel governo Gentiloni

Negli anni Silvio Berlusconi ci ha abituati alle sorprese, ma le uscite politiche delle ultime ore da parte del Cavaliere hanno destato quasi sconcerto negli ambienti politici. Se era prevedibile che, con la scalata Vivendi alla sua Mediaset, avrebbe offerto una sponda al governo Gentiloni dilatando i tempi del voto fino al 2018, meno preventivabile era il salto sul carro del reddito di cittadinanza, vecchio cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle.

“Come il Movimento Cinque Stelle, anche noi siamo per il reddito di cittadinanza” – ha detto senza tanti giri di parole il leader di Forza Italia nel corso della presentazione dell’ultimo libro di Bruno Vespa.

Berlusconi ha quindi precisato le sue parole al premier (“noi ci siamo su tutto”). Il supporto al governo Gentiloni “era riferito, come ho sempre detto, a una opposizione responsabile”, ha spiegato, “significa che quando l’esecutivo presenta un provvedimento in Parlamento noi lo esaminiamo, quando è positivo per l’Italia e gli italiani, anche se siamo opposizione, lo votiamo”.

Il Cavaliere ha poi lanciato l’ipotresi di un governo di larghe intese guidato dal numero uno della Banca centrale europea Mario Draghi: “Non ho alcuna difficoltà a dire che Mario Draghi sarebbe un eccellente prossimo presidente del Consiglio”.

Il presidente di Fi ha poi ribadito che il Mattarellum non va bene: “Il Mattarellum, con cui abbiamo vinto le elezioni nel 2011, funzionava quando l’Italia era bipolare”, ha detto Berlusconi durante la riunione con i gruppi parlamentari di Forza Italia al Senato, “oggi il Paese è tripolare, si vince col 30-35% e dovremmo dare il 20% di deputati in più. Oggi significherebbe che il 30% dei voti, e il 15% degli elettori, sceglierebbero chi va al potere. Per questo si deve tornare a un sistema proporzionale.

Una cosa è certa: con Forza Italia ben disposta a ‘soccorrere’ il governo quando necessario, esautorando di fatto il gruppo di Verdini da questo compito, il voto si allontana e la legislatura può davvero durare fino a scadenza nel 2018.

Leggi anche:
Reddito di cittadinanza: come funziona in Europa
Vivendi avanti tutta tu Mediaset

Piroetta Berlusconi: “Reddito di cittadinanza e Draghi Premier”
Piroetta Berlusconi: “Reddito di cittadinanza e Draghi Prem...