Lo spread sfonda quota 200 e torna a far paura. Draghi fa scudo all’euro

La paura di una Frexit trascina giù le Borse. Spread a 200 punti

(Teleborsa)  Brexit,  ora pure la minaccia Frexit con Marine Le Pen, la candidata all’Eliseo del Fronte nazionale che nella giornata di ieri ha annunciato il programma di far uscire la Francia dalla Ue,  non manca neanche l’incertezza sulla stabilità di alcuni governi, primo fra tutti quello italiano e  Angela Merkel che tira fuori dal cilindro un’Europa «a più velocità, dove non tutti avrebbero lo stesso livello di integrazione».  C’è pure la ciliegina sulla torta con gli Stati Uniti del neo presidente Trump che non perdono occasione per punzecchiare l’Europa e attaccare l’euro. Uno scenario, insomma, in cui equilibri sono tutt’altro che stabili. E allora riecco lo spread che, nella giornata di ieri, con lo sfondamento di quota 200, è tornato a far paura facendo registrare il record degli ultimi tre anni , un livello non più toccato da febbraio 2014.

SPREAD, OSSERVATO SPECIALE – Dopo l’impennata di ieri, oggi è  lui l’osservato speciale di sui mercati: apre di nuovo in allargamento, poi ritraccia poco sotto 200 punti base con il rendimento del decennale italiano in lieve calo al 2,33%. E, ovviamente, banche sotto pressione. 

TONFO TEDESCO – A preoccupare è anche il dato sulla produzione industriale tedesca di dicembre: l’indice è sceso del 3% rispetto al mese precedente quando era salito dello 0,5%, lontanissimo dal +0,3% atteso dagli analisti di Bloomberg. Si tratta del peggior calo dal 2009.

DRAGHI, SCUDO ALL’EURO: “E’ IRREVOCABILE” – In un clima di incertezze e tensioni, ci pensa Mario Draghi, presidente della Bce, a tenere le fila difendendo a spada tratta la bontà dell’Unione monetaria: “L’Euro è irrevocabile”, sia perché “grazie alla moneta unica abbiamo creato legami che sono sopravvissuti alla peggiore crisi economica del dopoguerra” ma anche perché senza l’euro “il mercato unico non sopravviverebbe”. Così nell’audizione in Commissione Affari economici e monetari del Parlamento Europeo il presidente della Bce Mario Draghi ha risposto senza troppi giri di parole rimandando al mittente le previsioni delle “cassandre” dell’euro che promettono fuori dall’euro scenari di crescita economica e sviluppo.

Lo spread sfonda quota 200 e torna a far paura. Draghi fa scudo all’euro
Lo spread sfonda quota 200 e torna a far paura. Draghi fa scudo a...