L’autocritica di Renzi: “Sugli 80 euro sembravo Wanna Marchi”

Emergono altri stralci del libro dell'ex premier in uscita

Estate, tempo di libri. Così dopo il tormentone De Bortoli, negli ultimi giorni tengono banco le anticipazioni sul libro dell’ex premier Matteo Renzi, che ha già fatto parecchio discutere negli ambienti politici riguardo ai passaggi sulla gestione dell’immigrazione.

Parlando a Rmc del suo scritto, intotolato “Avanti”, Renzi si è soffermato anche su altre questioni. In primis la politica economica del suo governo e i difetti di comunicazione, proprio il campo in cui i renziani si definivano all’avanguardia rispetto al passato del partito.

“Nel libro prendo atto di difficoltà e errori – dice Renzi -. Faccio autocritica, per esempio, sugli 80 euro. Non perché non fosse una cosa giusta ma per come l’ho presentata, sembravo Wanna Marchi”.

La misura degli 80 euro “l’ho presentata come una offerta speciale, non con un ragionamento culturale di politica economica di redistribuzione del reddito che pure c’era – ha spiegato il leader del Pd -. L’avessi fatto con dei premi Nobel m’avrebbero attaccato meno”.

Leggi anche:
Pubblica amministrazione morosa per 42 miliardi
Bonus asilo nido, 1000 euro per le famiglie: domande al via
Fondi Lega: Umberto Bossi condannato a 2 anni e 3 mesi
Conti pubblici: Renzi chiama, Bruxelles non risponde. Anzi lo gela sul deficit
Briatore: “Sogno un’Italia SpA: presidente Berlusconi, Renzi direttore”

L’autocritica di Renzi: “Sugli 80 euro sembravo Wanna Marchi”
L’autocritica di Renzi: “Sugli 80 euro sembravo Wanna ...