La zampata del mercato immobiliare: nel 2016 la crescita delle compravendite sfiora il 19%

(Teleborsa) Dopo un periodo nero durato diversi anni che aveva fatto registrare un vero e proprio crollo del settore, continuano ad arrivare segnali positivi e incoraggianti dal mercato del mattone italiano che si conferma decisamente in buona salute e si avvia al terzo anno consecutivo di ripresa. Almeno per quanto riguarda il numero delle compravendite dove si è registrato un balzo del 18,9%: nel 2016 le compravendite di case hanno migliorato il +6,5% di compravendite nel 2015 e il +3,5% nel 2014, arrivando a circa 534mila abitazioni che hanno cambiato proprietario.

A scattare la fotografia incoraggiante di un settore che dopo anni di severo calo, torna a sorridere facendo registrare segnali di miglioramento costanti e continui, seppur timidi, è il Rapporto Immobiliare residenziale 2017, realizzato dall’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi.

Dopo anni di stagnazione, insomma, il mercato immobiliare prosegue il trend positivo, favorito anche  dai prezzi bassi delle case, dai convenienti tassi sui mutui e da una timida ripresa economica, che ha fatto risalire la fiducia delle famiglie e stimolato il risparmio. Occhio, però, a cantare vittoria troppo in fretta perché negli anni sono state tante le flessioni che si sono alternate a momenti di crescita, ma, calcolando il contesto generale di crisi, la strada sempre essere quella giusta.
Le buone notizie non finiscono qui. Aumentano, infatti, anche le case acquistate tramite mutuo ipotecario con un positivo +27,3%. Un fenomeno, si chiarisce in una nota, spiegato anche dal miglioramento dell’indice di affidabilità economica delle famiglie, che quindi permette alle banche di allargare più facilmente i canali dell’erogazione dei denari.
La zampata del mercato immobiliare: nel 2016 la crescita delle compravendite sfiora il 19%
La zampata del mercato immobiliare: nel 2016 la crescita delle comprav...