La Lega Nord vende radio Padania a imprenditore calabrese

Salvini risolve la grana della radio raggranellando 2 milioni di euro

Matteo Salvini, segretario della lega Nord ed ex direttore di Radio Padania, ha venduto la storica emittente radiofonica leghista per un valore di circa 2 milioni di euro.

Come riporta Italia Oggi, Lorenzo Suraci, patron di Rtl 102.5, ha acquisito la concessione nazionale e gran parte degli impianti di Radio Padania per 2,1 milioni di euro. L’emittente cara agli elettori leghisti continuerà a trasmettere, senza più il contributo del Carroccio, e solo su frequenze locali, diventando di fatto una radio di territorio vera e propria.

A questo punto il suo futuro, oltre al nuovo proprietario, dipenderà dai ricavi pubblicitari e dalle donazioni dei sostenitori/ascoltatori.

Suraci è un personaggio conosciuto nell’ambiente delle frequenze radiofoniche e non solo. Il patron di RTL 102.5 – come riporta Il Fatto Quotidiano – è stato infatti indagato in un’inchiesta coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia che, già nell’aprile 2014, aveva perquisito le sedi e le redazioni dell’emittente radiofonica.

L’inchiesta traeva origine dall’operazione Lybra contro la cosca Mancuso. Un filone di quell’indagine è stata sviluppata dai carabinieri per fare luce sui rapporti tra Rtl e la ‘ndrangheta. Gli accertamenti degli investigatori si erano concentrati in particolare sulla figura di Nicola Tripodi, presunto boss della cosca di Vibo Valentia, dipendente della società Gest.i.Tel. Srl, che fabbrica apparecchiature per le telecomunicazioni, sistemi antifurto e segnalazioni antincendio. Una società gravitante a pieno titolo nel gruppo Rtl.

Leggi anche:
Telecamere negli asili e nei centri per anziani. Oggi il voto alla Camera
Spese Rai, il programma di Veltroni costa 1 milione di euro a puntata
Bollettini postali e multe si pagheranno anche in farmacia

La Lega Nord vende radio Padania a imprenditore calabrese
La Lega Nord vende radio Padania a imprenditore calabrese