La banca sbaglia e versa 45mila euro sul conto di un pensionato

Ma quando si accorge dell’errore e chiede la restituzione dei soldi, scopre che l’uomo l’ha già speso tutto

Chi di noi non vorrebbe trovarsi un bel gruzzoletto di denaro sul conto corrente per via di un errore della banca? E’ quello che è successo a Imperia a un pensionato 70enne, che si è visto accreditare quasi 45mila euro.

Per l’anziano, in realtà, non è stata una vera e propria sorpresa: proprio in quel periodo aspettava un bonifico dall’estero come risarcimento per un incidente a un suo parente. Per correttezza è andato in banca a verificare da dove provenissero i soldi e sia il cassiere che il funzionario della filiale hanno risposto che era un’operazione regolare. Così ha deciso di investire il denaro. “Dopo aver ricevuto garanzia che l’Iban utilizzato era proprio il suo – spiega l’avvocato Mario Leone, difensore dell’anziano – ne ha approfittato per chiudere un paio di finanziamenti e per fare qualche altra spesa“.

Dopo una ventina di giorni, arriva una telefonata inaspettata dalla banca:”Ci siamo sbagliati, ci deve ridare i soldi“. L’uomo spaventato si rivolge immediatamente ad un legale per fare chiarezza sulla sua totale buonafede e addirittura ha proposto alla banca di restituire 200 euro al mese trattenendoli dalla sua pensione di invalidità di 780 euro al mese. Per la cronaca i quasi 45mila euro dovevano andare ad un altro correntista ligure e sulla questione è stata anche interpellata la Banca d’Italia che non entra nel merito della questione.

Leggi anche:
Bancomat si rompe e regala soldi
Con 65 euro di pensione al mese, rifiuta eredità da 600mila euro

La banca sbaglia e versa 45mila euro sul conto di un pensionato
La banca sbaglia e versa 45mila euro sul conto di un pensionato