Il Mobile banking conquista i giovani: spopola sempre di più tra i Millennials

Cresce, sempre di più , tra i millennials l'uso di smartphone e tablet per fare operazioni bancarie

(Teleborsa) Istruito, giovane, multi-device: è questo il profilo del cliente tipo. Cresce, sempre di più, l’uso di smartphone e tablet per fare operazioni bancarie tra i “millenials”. Il che, diciamolo, era anche piuttosto prevedibile.  Niente di nuovo, insomma, sul fronte occidentale.

A rivelarlo uno studio Abi Lab-Doxa contenuto nel Rapporto annuale sul Mobile Banking, realizzato dal Consorzio Abi Lab in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano.

A preferire lo smartphone e tablet per operazioni e pagamenti, dunque, sono i millennials (28%) seguiti dagli utenti di età compresa tra i 35 e 54 anni (25%).
MULTI-DEVICE E ISTRUITO – Inoltre, i clienti mobile sono dotati di elevati livelli di istruzione: il 50% ha conseguito un diploma di scuola superiore e il 38% una laurea. Tutti hanno uno smartphone, quasi tutti un personal computer, circa l’80% un tablet e il 61% una smart TV. Per quanto riguarda le abitudini e la frequenza di utilizzo del Mobile Banking, il momento della giornata “preferito” dagli italiani per operare attraverso questo canale e’ la mattina (33% complessivamente).

CASA DOLCE CASA – Il luogo “preferito” per l’accesso è la casa, posizione dalla quale accede più di un terzo del campione di rispondenti (76%) considerando che “la comodità del wifi e del contesto domestico, oltre che la privacy, sono i fattori chiave alla base di questa preferenza”.

A TUTTA VELOCITA’ – Cosa apprezzano di più gli utenti? Il principale vantaggio del Mobile Banking è poter operare in autonomia, sempre, ovunque e in modo più’ rapido. Un mondo, dunque, a portata di mano.

“I servizi più apprezzati – sottolinea ancora la ricerca Abi Lab-Doxa – sono quelli in grado di incrementare la velocità e la sicurezza delle operazioni come ad esempio il riconoscimento delle impronte digitali, il riconoscimento del viso con la fotocamera e i pagamenti con fotocamera. I millennials mostrano una preferenza particolare per i servizi di recente introduzione come il couponing (buoni acquisto online), il cashback (incentivi all’acquisto sotto forma di premio fedeltà) e i prelievi cardless (prelievi presso gli sportelli automatici (ATM) senza l’utilizzo della carta di debito, ma avvalendosi dell’app installata sul proprio smartphone o tablet)”.

Il 24% degli utenti di Mobile Banking, inoltre, ha svolto almeno un’operazione specifica legata al credito: in particolare quasi la metà dei millennials ha rateizzato i pagamenti della carta di credito (+12 punti percentuali rispetto al totale degli intervistati). Circa 1 utente su 2 ha aumentato l’uso dell’Internet Banking a seguito dell’impiego del mobile: i due canali crescono insieme facendosi vicendevolmente da traino.

Il Mobile banking conquista i giovani: spopola sempre di più tra i Millennials
Il Mobile banking conquista i giovani: spopola sempre di più tra i&nb...