Il fisco dà i voti: gli studi di settore vanno in soffitta, ecco gli “ISA”

Gli studi di settore pronti a fare i bagagli: al loro posto, gradualmente, saranno gli Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA)

(Teleborsa) Novità in arrivo nel rapporto tra fisco e contribuenti. Gli studi di settore, verso l’addio,  fanno ciao con la manina e preparano i bagagli, pronti ad andare definitivamente in soffitta. Ma si sa, per uno che saluta, c’è sempre qualcuno che arriva. A prendere il loro posto, gradualmente, saranno infatti, gli Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA).

IL FISCO DA’ I VOTI – Il meccanismo è piuttosto semplice. Immaginiamo di essere a scuola: il fisco,  nella parte del maestro, vi darà un voto, sulla classica scala, che va da uno a dieci, che definirà il grado di fiducia che può riporre su ciascun singolo contribuente.
Gli “studenti” più virtuosi, che in questo caso altro non sono che i contribuenti più affidabili, quelli, cioè, che rispettano tutti i parametri dell’Indice, potranno godere di alcuni benefici, come ad esempio l’esclusione o la riduzione dei termini per le verifiche fiscali.

Gli Indici prendono in considerazione la plausibilità dei ricavi o dei compensi, del valore aggiunto e del reddito, l’affidabilità dei dati dichiarati, le eventuali anomalie economiche. Accanto a questi ci sono indici di anomalia, con un valore da zero a cinque, che determineranno la “pagella”, ossia la  valutazione finale.
Dal 2018, dunque, “imprese e professionisti potranno avere un riscontro trasparente della correttezza dei propri comportamenti fiscali attraverso una metodologia statistica ed economica che stabilirà il grado di affidabilità/compliance”. Siete stati bravi? Potrete accedere attraverso questo meccanismo alle premialità del sistema. I primi settanta Indici riguarderanno il commercio (29), il settore manifatturiero (15), quello dei servizi (17) e i professionisti (9).
 A REGIME DAL 2019 – Come tutte le novità, il cambiamento non sarà immediato ma gli Isa si faranno spazio gradualmente. Entro il prossimo anno, infatti, saranno definiti gli altri 80 Indici per le altre categorie, in questo modo, il sistema entrerà a pieno regime a partire dal 2019.

Il fisco dà i voti: gli studi di settore vanno in soffitta, ecco gli “ISA”
Il fisco dà i voti: gli studi di settore vanno in soffitta, ecco gli ...