Facebook offre centinaia di milioni alle case discografiche per rendere legale la musica sui social

Secondo alcune indiscrezioni Facebook avrebbe offerto centinaia di milioni di dollari alle case discografiche per legalizzare la musica sui social

Un bottino da centinaia di milioni di dollari per “legalizzare” definitivamente la musica su Facebook. Si tratta della proposta che Mark Zuckerberg starebbe per fare alle maggiori case discografiche e che potrebbe cambiare per sempre il mondo dei social.

Oggi se carichi un video su Facebook con della musica in sottofondo, spesso la piattaforma è costretta a bloccarlo, perché ci sono dei problemi di diritti d’autore. Questo potrebbe non accadere più in futuro, visto che l’azienda di Mark Zuckerberg sarebbe decisa a fare un’offerta imperdibile alle major della musica per accaparrarsi, tutti in una volta, i diritti delle canzoni. In questo modo gli utenti del social network potrebbero postare i video senza alcun problema e senza bisogno di un’autorizzazione.

Secondo alcune fonti interpellate dai media americani, Facebook starebbe lavorando alla creazione di un software che contrassegnerà con un semplice flag i video in cui è presente una canzone che viola i diritti d’autore. La novità è ancora in fase di sviluppo e dovrebbe arrivare fra circa due anni, nel frattempo le case discografiche sono stanche di andare a caccia di tutti i video illegali per chiederne la rimozione e preferirebbero ricevere un compenso immediato da Facebook.

L’accordo è particolarmente delicato, perché potrebbe aprire le porte ad un nuovo sviluppo della società. Il piano di Zuckerberg è quello di espandere l’azienda in nuovi settori, arrivando a fare concorrenza a Youtube. Come? Con Watch, la piattaforma che consente di condividere e visualizzare delle clip. I video caricati dagli utenti sembrano essere il futuro di Facebook, che punta sempre più a creare un nuovo network in cui gli internauti potranno mostrare i propri talenti, diventando famosi e monetizzando. Il business, grazie all’accordo con le case discografiche, dovrebbe ricevere un’impennata e a quel punto la società di Palo Alto potrebbe mettere davvero in difficoltà Youtube.

Facebook offre centinaia di milioni alle case discografiche per rendere legale la musica sui social
Facebook offre centinaia di milioni alle case discografiche per render...