Fabio Rovazzi lascia la Siae e affida i diritti d’autore a Soundreef

Svolta per l'autore del tormentone "Andiamo a comandare" che segue Fedez nella battaglia contro la Siae

Fabio Rovazzi ha deciso di lasciare la Siae per affidare la gestione dei propri diritti d’autore a Soundreef, la società fondata da Davide D’Atri.

“In Italia è una realtà appena nata, un po’ come me – ha dichiarato l’artista 4 volte disco di platino con il tormentone “Andiamo a comandare” – Ho un repertorio tutto da costruire e questo mi ha spinto a scegliere Soundreef per la raccolta dei diritti d’autore in ambito musicale. Non ho la necessità di appartenere a sistemi che garantiscono principalmente i più forti”.

Rovazzi è uno dei molti autori che negli ultimi mesi ha lasciato Siae per la nuova società di collecting (9mila in tutto nell’ultimo anno secondo quanto comunica Soundreef). Tra gli altri, il suo mentore Fedez, fondatore dell’etichetta Newtopia che ha sotto contratto lo stesso Rovazzi. Lo scorso maggio anche Gigi d’Alessio ha scelto di affidare a Soundreef la raccolta dei suoi diritti d’autore.

“Siamo orgogliosi -ha commentato Davide D’Atri, fondatore e amministratore delegato di Soundreef- che arrivi nella nostra squadra un autore capace di hit come ‘Andiamo a comandare’. Fabio Rovazzi è stato il primo italiano a vincere il disco d’oro solo grazie agli streaming; ha riscosso un enorme successo presso un pubblico trasversale, che va dai bambini agli adulti. Ancora una volta Soundreef si conferma partner affidabile e sono tanti gli artisti che ci stanno affidando la raccolta dei loro diritti d’autore per la semplicità e la rapidità dei nostri sistemi di rendicontazione e pagamento”.

Leggi anche:
Diritti d’autore, Fedez cambia la storia: addio alla Siae
Monopolio Siae, emendamento per abolirlo
Come funziona la Siae e quando bisogna pagarla

Fabio Rovazzi lascia la Siae e affida i diritti d’autore a Soundreef
Fabio Rovazzi lascia la Siae e affida i diritti d’autore a ...