Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento

Al via anche la rottamazione delle cartelle Equitalia con sovraindebitamento. Ecco come fare per aderire e quali moduli compilare

In questi giorni Equitalia ha pubblicato il modello necessario per aderire alla rottamazione delle cartelle anche in caso di sovraindebitamento, per i carichi che rientrano nelle proposte di accordo o di piano del consumatore. La rottamazione di cartelle, prevista nell’articolo 6 del decreto legge n. 193/2016, sarà applicata alle somme affidate ad Equitalia fra il 2000 e il 2015, e prevede un ulteriore taglio sulle sanzioni e sugli interessi.

Nel caso in cui la richiesta di accesso alla definizione agevolata riguardi “proposte di accordo o del piano del consumatore”, come prevede il Decreto (art. 6 commi 9-bis e 9-ter del Dl n. 193/2016, modificato dalla Legge n. 225/2016), sarà necessario utilizzare il Modulo – DA2 . Quest’ultimo dovrà essere compilato in ogni sua parte, anche online, stampato, firmato e inviato telematicamente alla casella di posta certificata (pec) della Direzione Regionale di Equitalia Servizi di riscossione di riferimento. Al file dovrà essere allegato anche un documento di identità in corso di validità. In caso contrario è possibile presentare il modulo anche presso gli sportelli dell’agente della riscossione.

La novità sta dunque nella possibilità di saldare i debiti accumulati, senza dover pagare gli interessi e le sanzioni, anche se già iscritte a ruolo. La rottamazione riguarda non solo quelle di Equitalia, ma tutte le cartelle. Il modulo per usufruire della definizione agevolata, definita all’art. 6 del dl 193/2016, è il DA1. Si può scaricare sul sito di Equitalia, ma è anche disponibile presso gli Sportelli dell’Agente di riscossione.

il DA1 dovrà essere compilato in ogni sua parte e allegato ad un documento d’identità valido. Potrà essere presentato presso gli Sportelli Equitalia oppure inviato tramite posta elettronica alla casella e-mail/PEC della Direzione Regionale di Equitalia Servizi di riscossione di riferimento.

Una volta ricevuta la documentazione, Equitalia dovrà comunicare al cittadino l’ammontare delle somme dovute, inviando i bollettini per procedere al pagamento. Quest’ultimo si potrà effettuare in un’unica soluzione oppure a rate (5 trance in cui però il 70% del debito deve essere stato pagato entro l’anno 2017. La scadenza è stata prorogata sino al 31 marzo del 2017. Tale scadenza è valida anche per la presentazione istanza con il nuovo modulo DA2.

Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento