Diciottenni, in arrivo da settembre bonus «18app» da 500 euro da spendere nella cultura

Sarà spendibile per tutti i nati nel 1998, per lo Stato un esborso da 290 milioni di euro

(Teleborsa) – Un bonus da 500 euro per la cultura spendibile per tutti coloro che diventano maggiorenni nel 2016. Si chiama «18app» e rappresenta il bonus cultura a favore dei 18enni: con 500 euro ogni ragazzo e ragazza nati nel 1998 potranno scegliere di acquistare, attraverso l’applicazione «18app», libri, ingressi a musei, aree archeologiche, biglietti per cinema, teatri, mostre, concerti, fiere, parchi naturali e eventi. Ovviamente si potrà fare sia shopping online che in modo tradizionale. Il bonus interessa 574 mila giovani che già sono diventati maggiorenni o lo diventeranno nell’anno in corso. Per lo Stato un costo di 290 milioni di euro, per i giovani la possibilità di contare su 500 euro da spendere entro un anno solare, fino al 31 dicembre 2017.

E così dopo otto mesi e mezzo di attesa, il 15 settembre arriva il «bonus cultura». La misura era prevista dal governo nell’ultima legge di Stabilità: in un primo momento si era pensato di destinare questo bonus solo agli italiani. Poi, però, il voucher è stato esteso anche agli stranieri residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno.

A curare l’iniziativa di Palazzo Chigi è stato il sottosegretario Tommaso Nannicini: «18app manda un messaggio preciso: quello di una comunità che ti accoglie nella maggiore età ricordandoti quanto siano cruciali i consumi culturali, per il tuo arricchimento personale e per irrobustire il tessuto civile di tutto il Paese — spiega — e per una volta i fondi per promuovere la cultura non sono ripartiti dalla burocrazia ma dalle decisioni di migliaia di giovani. I soldi andranno laddove si indirizzeranno le scelte dei 18enni». Sul fronte tecnico, l’App è stata realizzata e gestita dalla Sogei, mentre l’Agid (l’Agenzia per l’Italia digitale) ha impostato il progetto e seguito l’architettura dell’applicazione che rientra nei piani digitali dell’esecutivo.

Sulla piattaforma digitale è stato caricato, sotto la supervisione del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact), un elenco di esercenti, negozi, biblioteche, cinema, teatri, musei e servizi culturali a 360 gradi: da lì il diciottenne potrà scegliere che cosa acquistare. Per ogni operazione di shopping verrà creato un voucher e l’importo dell’acquisto non sarà scalato dai 500 euro fino alla sua fruizione. A questo punto il voucher può prendere due strade: l’acquisto in forma digitale (come avviene da una app) per, ad esempio, comperare un e-book, oppure l’acquisto in forma tradizionale andando personalmente in libreria, in un museo o in un teatro.

Diciottenni, in arrivo da settembre bonus «18app» da 500 euro da spendere nella cultura
Diciottenni, in arrivo da settembre bonus «18app» da 500 euro da sp...