Conti pubblici, l’Europa crede nell’Italia. Dombrovskis: “Impegno concreto sulla manovra”

Ma per il vicepresidente della Commissione oltre alla manovra aggiuntiva da 3,4 mld serve anche un ambizioso programma nazionale di riforme

(Teleborsa) “La manovra correttiva sarà presentata parallelamente al Def, forse qualche giorno dopo”. A dirlo, nei giorni scorsi era stato proprio il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, prima di entrare  alla riunione dell’Eurogruppo a Bruxelles, tracciando così la road map per l’imminente futuro, rassicurando sulla volontà dell’Italia di tenere fede al suo impegno con l’Europa. 

Governo italiano, dunque, seriamente impegnato a correggere il tiro, mettendo in atto le misure necessarie a copertura dei 3,4 miliardi di euro sollecitati dai commissari per ridurre dello 0,2% del pil il nostro disavanzo fiscale per rispondere all’ultimatum travestito da “warning” che era arrivato lo scorso gennaio.
E l”Europa che fa? Ci crede. “C’è un impegno molto concreto da parte del ministro e da parte di tutto l’establishment italiano” per aderire alla richiesta Ue di recuperare risorse per 0,2 punti di Pil. A dirlo, il vice presidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, in conferenza stampa con il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, dopo un incontro al Tesoro.
Sul piatto però non solo la manovra aggiuntiva da 3,4 miliardi (lo 0,2% di pil) che l’Italia deve adottare entro aprile per evitare una procedura di infrazione per deficit eccessivo, ma anche un programma nazionale di riforme “ambizioso” per affrontare le sfide economiche che il Paese ha di fronte.  “Ci aspettiamo un programma nazionale di riforme ambizioso, in cui il governo italiano affronti queste sfide”.
“Ripresa modesta, avanti con le riforme” – La strada imboccata, insomma, sembra essere quella giusta, ma c’è ancora molto da fare, specie quando di parla di crescita che è una vera e propria nota dolente.  “L’Italia avrà quest’anno una crescita “di circa l’1%”,  ha aggiunto  Dombrovskis,  una ripresa modesta, è molto importante rimanere in rotta rispetto alla traiettoria fiscale e di riforme”.
Conti pubblici, l’Europa crede nell’Italia. Dombrovskis: “Impegno concreto sulla manovra”
Conti pubblici, l’Europa crede nell’Italia. Dombrovskis: ...