Come fare la disdetta enelmia: rescindere è semplice

Inoltrare una disdetta di EnelMia ad Enel Energia non è complicato. Per assicurarsi, però, la reale recessione è necessario seguire la giusta procedura

Fare la disdetta per EnelMia è un’operazione abbastanza semplice da effettuare, specialmente se si rispetta quanto indicato nel contratto. EnelMia è una particolare carta sconti che Enel Energia prevede per i suoi clienti. L’assegnazione della carta non è automatica (anche perché prevede dei costi mensili da sostenere in bolletta) ma per averla è necessario fare richiesta al fornitore. La carta è nominativa (sulla carta, infatti, è ben impresso il nome del titolare), è personale e non cedibile. Tutto questo significa che solo il titolare certificato può utilizzarla.

La disdetta di EnelMia può, per tutti i motivi citati fino a questo momento, essere effettuata solamente dal legittimo titolare che deve, ovviamente, corrispondere anche con il titolare della fornitura di energia elettrica (o gas). Il contratto iniziale di EnelMia è a tempo indeterminato. Ciò non toglie, però, che in caso di ripensamenti si possa recedere inviando la disdetta. Tale operazione deve essere fatta per via raccomandata con ricevuta di ritorno, conservando con estrema cura sia la ricevuta di invio che quella di ritorno che attesta l’avvenuta ricezione della comunicazione da parte di Enel Energia .

La disdetta di EnelMia passa attraverso due fasi. La prima consta nell’invio della raccomandata che contenga la cosiddetta lettera di ripensamento. Non occorre utilizzare un modello prestampato. E’ sufficiente specificare su un foglio bianco i propri dati ed il motivo per cui si scrive (desiderio di esercitare il ripensamento). Inviare, quindi, il tutto all’indirizzo: Servizio Clienti Enel Energia, Casella Postale 8080, 85100 Potenza. Questo diritto di ripensamento si può esercitare entro 14 giorni dalla data di conclusione del contratto di EnelMia, sia esso legato ad una nuova fornitura o ad una richiesta successiva all’allaccio.

La disdetta di EnelMia vera e propria avviene con l’invio di una seconda raccomandata, da inviare sempre allo stesso indirizzo. Specificare bene i propri dati, quelli della fornitura e quelli della carta è fondamentale. Importante anche allegare una copia del proprio documento. Dopo 60 giorni dalla ricezione della raccomandata, la disdetta di EnelMia diventa effettiva. Questo avviene a partire dal primo giorno del mese successivo. Fino ad allora, il corrispettivo mensile dovuto per la carta va pagato ad Enel Energia che lo inserirà, come sempre, tra le voci della bolletta.

Come fare la disdetta enelmia: rescindere è semplice
Come fare la disdetta enelmia: rescindere è semplice