Come calcolare il proprio Isee 2017

L’Isee (acronimo di Indicatore di situazione economia equivalente) è un indice che serve a valutare la condizione economica di una persona o una famiglia tenendo conto del reddito, del patrimonio e delle caratteristiche di un nucleo familiare.

Cos’è l’ISEE?

Il calcolo del valore Isee è utile per poter usufruire di agevolazioni, riduzioni nel pagamento di tasse scolastiche, ottenere tariffe agevolate per servizi di pubblica utilità o anche per beneficiare di incentivi statali. Esso consente alle fasce economicamente più deboli della popolazione di ottenere l’esonero o pagamenti ridotti per determinati servizi pubblici. Tale indicatore per avere valore legale deve essere attestato dall’Inps. Il governo Renzi nell’ottica di semplificare i rapporti tra cittadini e Pubblica amministrazione ha introdotto la possibilità di calcolare l’Isee in modo autonomo dal cittadino attraverso l’Isee precompilato.

Come calcolare l’ISEE

Se si desidera conoscere il proprio l’Isee, per avere un’idea del suo valore o capire se si rientra nei range richiesti per poter beneficiare di prestazioni agevolate o riduzioni nei pagamenti, si può procedere anche tramite l’apposito simulatore online presente sul sito dell’Inps, dove basta compilare il modulo con tutti i dati richiesti e ottenere l’indice di riferimento della propria situazione economica.

isee
L’ indicatore per avere valore legale ed essere utilizzato per ottenere i vari benefici a esso collegati deve essere attestato dall’Inps. A tal fine fino all’anno scorso era necessario rivolgersi all’ente o ai Caf per ottenerlo. Invece da quest’anno è possible beneficiare di servizi online.

Chi vuole calcolare l’Isee 2017 e compilare la DSU con valore legale e in maniera autonoma può farlo attraverso il sito dell’Inps, ma oltre ai documenti è necessario procurarsi il codice dispositivo Inps oppure le credenziali Spid per accedere ai servizi telematici. Per il primo si può fare richiesta sul sito Inps e ricevere il pin dispositivo tramite posta oppure richiederlo direttamente a uno sportello dell’ente. In alternativa si può ricorrere al sistema di identità digitale della Pubblica Amministrazione per avere le credenziali Spid.

Come chiedere l’ISEE online

Per richiedere l’Isee online è necessario presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) all’ente che eroga il servizio agevolato, al comune, al Caf o online all’Inps. Tale modello deve contenere i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare, di cui il compilante si assume la responsabilità sulla veridicità dei dati indicati.
Una volta fatta la richiesta online tramite la sezione dedicata ai Servizi per il cittadino, l’Inps calcola l’Isee tenendo conto delle informazioni contenute nella DSU, quelle acquisite tramite l’Agenzia delle entrate e quelle presenti nei suoi archivi. L’attestazione viene elaborata entro 10 giorni dalla ricezione della DSU ed è disponibile nell’Area personale del sito oppure può essere inviata all’indirizzo di posta certificata indicato. In alternativa si può ritirare nelle sedi territoriali dell’Inps oppure presso un ente a cui si è dato mandato.

isee

Come calcolare il proprio Isee 2017
Come calcolare il proprio Isee 2017