Carte di credito, attenti alla truffa del codice CVV

Nuova frontiera delle truffe: il codice di sicurezza delle carte di credito. I consigli della polizia

Non solo carte di credito clonate. Criminali e truffatori mirano anche al codice CVV, il codice di sicurezza, per effettuare gli acquisti a vostra insaputa.

CODICE CVV – Si tratta di uno dei tanti numeri inseriti e utile per fare acquisti via web; sono tre cifre impresse sul retro della carta di credito che, se scoperte dai truffatori, permettono di fare acquisti a spese del titolare. E la polizia consiglia di attivare i messaggi attraverso i cellulari per capire se vi siano situazioni anomale.

L’ALERT DELLA POLIZIA – Agente Lisa, la pagina Facebook della Polizia di Stato che attraverso il social network dà consigli ai cittadini per garantire la loro sicurezza, ha pubblicato un semplice metodo per evitare di essere truffati attraverso la carta di credito. “Fino ad oggi – spiega Lisa – avrete sentito parlare di carte di credito clonate ma oggi vi parlo di un altro modo per truffare sempre con carte di credito. Avete presente quella sfilza di numeri sovrimpressi sulla vostra carta? Quelli identificano la carta e il titolare perché ci sono anche nome e cognome, ma se volete acquistare via internet avete bisogno anche del codice di sicurezza CVV. Sono tre numeri impressi sul retro della carta. E qui i truffatori entrano in azione, perché se riescono in qualche modo a carpirvi il numero della carta e il CVV poi riescono a fare acquisti ONLINE a nome vostro e anche a pagarsi soggiorni in hotel”.

LA TRUFFA – “C’è già chi è rimasto vittima della truffa, trovandosi conti correnti prosciugati senza nemmeno sapere il motivo. Esattamente come è successo a Ischia nei giorni scorsi dove i poliziotti del commissariato hanno fermato diversi truffatori che stavano godendosi vacanze a sbafo alle spalle dei truffati che non immaginavano lontanamente tutto quello che stava accadendo. Per fortuna, o meglio, grazie ad uno dei truffati che aveva attivato sulla sua carta presso la banca le notifiche via sms di ogni operazione è stato possibile scoprire quanto stava accadendo e fermarli”.

COME EVITARLA – Per la Polizia, per evitare che qualcuno carpisca i numeri di sicurezza, il consiglio è quello di “attivare le notifiche via sms sulla carta anche per piccoli importi e poi, se vi va, fate come me che per evitare che qualcuno carpisca i numeri quando faccio acquisti non online ho messo sopra al CVV una piccola etichetta adesiva e memorizzato altrove i numeri come ho fatto per il pin del bancomat!”.

Leggi anche:
Truffa del bancomat: ecco come vengono rubati pin e carta
Pericolo smartwatch: possono rivelare il pin del bancomat
Bancomat contactless: ecco come funziona l’ultima truffa
Pagamenti contactless con Carta o smartphone. Sicurezza a rischio
Sms truffa: ecco i numeri di telefono che ti azzerano il credito

Carte di credito, attenti alla truffa del codice CVV
Carte di credito, attenti alla truffa del codice CVV