Bye bye cicala: italiani oculati e attenti come formichine

(Teleborsa) C’erano una volta una formichina e una cicala: iniziava così il racconto semplice e carino usato da generazioni di genitori che volevano educare i propri figli al valore del risparmio.

MORALE DELLA FAVOLA – Ogni favola si sa, ha la sua morale. In questo caso, la virtuosa formichina finiva per avere la meglio sulla meno oculata cicala. 

Sembra proprio che la favoletta abbia funzionato. Finiti i tempi delle vacche grasse, infatti, l’imperativo per le famiglie italiane sembra essere uno solo: “Risparmiare”. Questo è quanto emerge dall’analisi del Codacons, a commento dei dati diffusi dall’Istat.
 
NON FARE OGGI, QUEL CHE PUOI FARE DOMANI Sale il potere d’acquisto, ma la spesa resta ferma. Corsa all’acquisto dell’oggetto dei desideri? Macché. Gli italiani rimandano al futuro e da brave formichine, preferiscono risparmiare e  mettere da parte i soldini. Perché si sa, i tempi sono quelli che sono. La crisi fa ancora la parte del leone e nonostante i timidi segnali di ripresa che fanno ben sperare, gli italiani non si fidano e tengono altissima la guardia combattendo le difficoltà economiche con oculatezza, a suon di rinunce.  
 
“Nonostante nel 3° trimestre del 2016 si sia registrato un incremento del potere d’acquisto delle famiglie dell’1,8% su base annua e il reddito disponibile sia salito dell’1,9%, i consumi restano sostanzialmente al palo e la spesa dei cittadini non cresce come dovrebbe. Questo perché gli italiani, in una fase di grande incertezza economica e politica, sono diventati sempre più ‘formiche’, ossia hanno incrementato il risparmio mettendo da parte i soldi, rimandando al futuro gli acquisti. Non a caso la propensione al risparmio risulta in crescita dello 0,6% rispetto allo stesso trimestre del 2015”, questa la nota che porta la firma di Carlo Rienzi, presidente Codacons che rincara la dose e punta i riflettori sui rischi per l’economia: “non è certo un bene per l’economia nazionale, perché attesta un clima di generale sfiducia da parte delle famiglie le quali, pur essendo in condizione di spendere di più rispetto al passato, continuano a contenere i consumi”.
Bye bye cicala: italiani oculati e attenti come formichine
Bye bye cicala: italiani oculati e attenti come formichine