Brexit: scoppia la guerra Prosecco-Fish and Chips

Scambio a distanza fra Boris Johnson e il ministro italiano Calenda

La Brexit e la lunga marcia, che secondo alcuni in realtà non si concluderà mai, per l’uscita del regno Unito dall’Unione Europea si porta dietro anche polemiche grottesche; l’ultima è quella che ha visto protagonisti il ministro degli Esteri inglese, l’ex sindaco di Londra Boris Johnson, ed il ministro italiano allo Sviluppo Economico Carlo Calenda. Uno scambio di colpi a base di Prosecco e Fish and Chips che fa sinceramente poco onore al livello dei contendenti.

Calenda ha spiegato, in un’intervista a Bloomberg Tv, che secondo Johnson l’Italia dovrebbe spingere per un approccio costruttivo sul mercato unico dopo la Brexit “se non vuole perdere l’export del prosecco”. Un approccio che Calenda ha definito “offensivo”. Un termine che è stato ripreso da diversi siti britannici, come il Telegraph o l’Evening Standard. Secondo il Guardian, “l’approccio di Johnson alla Brexit è stato ridicolizzato dai ministri europei” dopo che il capo della diplomazia del Regno Unito ha detto a Calenda che l’Italia dovrebbe spingere per un mercato unico anche dopo la Brexit “per continuare vendere il proprio prosecco in Gran Bretagna”.

“In pratica mi ha detto: non voglio la libera circolazione delle persone, ma voglio il mercato unico – ha raccontato Calenda, come riportano tutti i siti britannici – gli ho risposto ‘non se ne parla’. La sua risposta è stata: ok, ma tu vendi un sacco di prosecco in Gran Bretagna, e ce lo permetterai perché non vuoi perdere l’export di Prosecco. Ok, ma tu venderai meno fish and chips – ha chiosato il ministro italiano – E io venderò meno Prosecco in un solo Paese, tu ne venderai meno in 27”.

Calenda ha poi sottolineato che la strategia di Londra sulla Brexit è caotica e “non capiamo quale sia la posizione”, il governo britannico “deve sedersi e mettere le sue carte sul tavolo e negoziare”.

Leggi anche:
Brexit e libero scambio? E’ tutto un bluff
Brexit: memorandum segreto, Londra senza strategia di uscita

Brexit: scoppia la guerra Prosecco-Fish and Chips
Brexit: scoppia la guerra Prosecco-Fish and Chips