Bonus mamma, ecco i primi pagamenti. Ma l’Inps chiede (ancora) pazienza

L'Istituto inizia a versare gli 800 euro

(Teleborsa)Mamme, c’è una buona notizia per voi. E’ proprio il caso di dire, meglio tardi che mai. Finalmente, dopo ritardi, attese e slittamenti (la tabella di marcia fissava la data d’inizio allo scorso gennaio), sono arrivati i soldi e l’Inps ha annunciato, tramite comunicazione ufficiale, che sono iniziati i pagamenti del cosiddetto “premio alla nascita” o “bonus mamma domani” : un tesoretto di 800 euro erogato dall’ente previdenziale che sicuramente farà sorridere molte future mamme.

Cos’è il Bonus – Il Bonus mamma domani è corrisposto dall’INPS per la nascita o l’adozione di un minore. E’ opportuno ricordare che, però, non viene corrisposto in modo automatico, ma deve essere la futura mamma a inoltrare la domanda al compimento del settimo mese di gravidanza o alla nascita, adozione o affido.

Parola d’ordine “pazienza” – Le domande presentate fino ad ora –  fa sapere l’Inps – sono state oltre 100mila quindi vi preghiamo di avere pazienza”.
Per questo, l’Istituto consiglia alle mamme di monitorare tramite il percorso “Home-prestazioni e servizi- Tutti i servizi, accedendo con il pin dispositivo al fascicolo previdenziale-prestazioni-pagamenti o direttamente al servizio online della prestazione”.Se  lo stato della domanda risulta “protocollata” significa che  è stata ricevuta e registrata.

Qualora, invece, la documentazione risultasse incompleta, sarà l’Inps a contattare le mamme per chiedere di provvedere a fornire la certificazione richiesta. “Nel caso in cui nella vostra domanda mancasse parte della documentazione indispensabile all’assegnazione del beneficio, state tranquilli: sarete contattati dall’Inps per integrarla”, si legge nel post dell’Istituto di previdenza.

Come fare domanda -Le future mamme possono presentare la domanda  dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell’evento nascita, adozione o affidamento.

Contact center per domande e segnalazioni –“Per tutte le domande o le segnalazioni che riguardano le vostre pratiche”, si legge quindi, “dovete rivolgervi al Contact Center (da fisso al numero gratuito 803.164 oppure da cellulare al numero a pagamento 06.164.164), al servizio InpsRisponde o recandovi presso la vostra sede di competenza”.

La domanda va presentata corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) attestante la data presunta del parto. Nel caso, poi, di parto plurimo, la domanda se già presentata al compimento del settimo mese di gravidanza andrà presentata anche alla nascita con l’inserimento delle informazioni riguardanti tutti i figli.

Bonus mamma, ecco i primi pagamenti. Ma l’Inps chiede (ancora) pazienza
Bonus mamma, ecco i primi pagamenti. Ma l’Inps chiede (ancora)&n...